Falconara: minacciano esercente del luogo con coltello da cucina. A Montacuto due tunisini

1' di lettura 24/05/2015 - Ennesima minaccia sabato notte nei confronti di un esercente del luogo, a Falconara Marittima, questa volta con coltello da cucina. Arrestati dai Carabinieri ora si aprono le porte di Montacuto.

Nella notte di sabato i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Ancona hanno arrestato due cittadini tunisini per tentata estorsione ai danni di un esercizio commerciale dinanzi la locale stazione ferroviaria. Si tratta di C.s. classe ’84 e A.t. classe ‘85. I due da settimane tormentavano l’esercente con richieste estorsive minacciando l’uso della violenza sia nei suoi confronti che verso i suoi familiari.

E poi sabato notte l’ennesima richiesta estorsiva, dove la vittima persino ha tentato di opporsi, provocando la violenta reazione dei due malviventi che hanno investito l’esercente con bottiglie di vetro rotte con tanto di minacce con un coltello da cucina fino all’arrivo della gazzella dei Carabinieri avvisata nel frattempo da un commesso del negozio.

A nulla è valso il tentativo di fuga di uno dei due: individuato e bloccato dai militari mentre il secondo si trovava ancora nei pressi del locale commerciale. Una volta ricostruita la vicenda e recuperato il coltello utilizzato per intimorire la vittima, i due venivano accompagnati in caserma per gli accertamenti del caso. A seguito di ulteriori controlli, poi, venivano acclarati numerosi precedenti a carico dei due nordafricani tra i quali anche specifici reati di natura predatoria. Arrestati ora si trovano presso il carcere di Montacuto a disposizione dell’autorità giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 24-05-2015 alle 19:21 sul giornale del 25 maggio 2015 - 999 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, falconara marittima, vivere ancona, estorsione, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo