counter

Scandalo calcioscommesse, 50 fermi tra cui il pesarese Giacomo Ridolfi

Giacomo Ridolfi 1' di lettura 19/05/2015 - Sarebbero almeno 50 le persone fermate nell'ambito dell'operazione "Dirty soccer" coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Per tutti l'accusa è associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva e truffa. Tra i fermati anche il calciatore pesarese Giacomo Ridolfi.

Ancora uno scandalo scommesse nel mondo del calcio che coinvolge Lega Pro e serie D. La Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro ha fermato 50 persone, ritenute coinvolte in un giro di partite truccate.

Le indagini sono partite dopo la segnalazione del Monopoli e attraverso il monitoraggio di un 40enne, elemento di spicco dell' ndrangheta. Fra gli arrestati, in tutto una cinquantina, figurano calciatori, dirigenti e presidenti di club. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva.

Trai nomi di calciatori coinvolti troviamo anche il 21enne pesarese Giacomo Ridolfi (ex Vis) in forza al Santarcangelo. Coinvolte nel giro di partite truccate diverse squadre fra le quali Pro Patria, Barletta, Brindisi, L’Aquila, Neapolis Mugnano, Torres, Vigor-Lamezia, Santarcangelo, Sorrento, Montalto, Puteolana, Akragas, San Severo.







Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2015 alle 18:02 sul giornale del 20 maggio 2015 - 1303 letture

In questo articolo si parla di cronaca, calcio, pesaro, vis pesaro, rossano mazzoli, vis, sport pesaro, giacomo ridolfi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajEx





logoEV
logoEV