counter

La Confcommercio incontra ad Ancona i candidati a presidente Ceriscioli e Spacca

3' di lettura 15/05/2015 - Consegnato al candidato il documento programmatico di Confcommercio Marche per la Regione. Ritorno alla filiera italiana e Turismo nuovo motore economico. L’incontro tra Confcommercio Marche e i candidati alla Regione Marche Luca Ceriscioli e Gian Mario Spacca.

Ritorno alla filiera e Turismo come nuovo motore dell’economia regionale. Sono state queste le richieste più forti fatte da Confcommercio Imprese per l’Italia Marche nell’incontro con Luca Ceriscioli candidato alla Regione Marche per Pd/Uniti per le Marche/Popolari Marche/Udc. Un incontro nel corso del quale è stato consegnato a Ceriscioli il documento programmatico di Confcommercio Imprese per l’Italia Marche presentato dal professor Massimiliano Polacco direttore Confcommercio Imprese per l’Italia Marche: “I punti che chiediamo con più determinazione – le parole del direttore –, sono in primis il ritorno alla filiera italiana e la sempre più stretta sinergia tra produzione e distribuzione per dare al Commercio il ruolo determinante di drive. Dobbiamo poi tornare all’Osservatorio del Commercio quale strumento di monitoraggio dello sviluppo della distribuzione commerciale e dobbiamo dare al Turismo un ruolo determinante nell’economia della regione portando nuove risorse economiche e puntare sulla qualità”. Dopo le parole di Polacco l’intervento di Riccardo Tarantini presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia Marche che ha toccato temi importantissimi come le concessioni demaniali e la sicurezza richiamando la politica alla sua eticità di condotta. Ceriscioli ha raccolto gli input di Confcommercio Marche partendo dall’idea di condivisione delle scelte e dal rafforzamento del collegamento con i punti chiave dell’Europa soprattutto nell’ottica dei finanziamenti.

“Altri punti sui quali spingerò molto – ha detto Ceriscioli –, sono la trasparenza e i tagli sulla spesa pubblica. Per quanto riguarda il Credito, che per me è determinante tanto che la crisi è stata soprattutto creditizia, dobbiamo essere sicuri che i soldi arrivino alle imprese. Per quanto concerne il Turismo dobbiamo puntare sulla promozione, sulla qualità e sulle strategie nei collegamenti. Dobbiamo creare un brand che sappia attrarre un Turismo verso un’area, le Marche appunto, piuttosto che verso una località. Abbiamo le possibilità per farlo ed è un orizzonte che dobbiamo perseguire se vogliamo essere al pari di altri Paesi in questo settore”. All’incontro hanno partecipato diversi imprenditori facenti parte della Dirigenza Confcommercio Marche, e provenienti da tutto il territorio marchigiano, che hanno rivolto delle domande a Ceriscioli e hanno portato il loro contributo alla discussione.

Ritorno alla filiera e Turismo come nuovo motore dell’economia regionale. Sono state queste le richieste più forti fatte da Confcommercio Imprese per l’Italia Marche nell’incontro con Gian Mario Spacca candidato alla Regione Marche per Marche 2020 e Forza Italia. Un incontro nel corso del quale è stato consegnato a Spacca il documento programmatico di Confcommercio Imprese per l’Italia Marche presentato dal professor Massimiliano Polacco direttore Confcommercio Imprese per l’Italia Marche: “I punti che chiediamo con più determinazione – le parole del direttore –, sono in primis il ritorno alla filiera italiana e la sempre più stretta sinergia tra produzione e distribuzione per dare al Commercio il ruolo determinante di drive. Dobbiamo poi tornare all’Osservatorio del Commercio quale strumento di monitoraggio dello sviluppo della distribuzione commerciale e dobbiamo dare al Turismo un ruolo determinante nell’economia della regione portando nuove risorse economiche e puntare sulla qualità”.

Dopo le parole di Polacco l’intervento di Fausto Calabresi presidente provinciale di Confcommercio Ascoli Piceno e quello di Rodolfo Giampieri presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali che ha voluto sottolineare la grandissima opportunità della macro-regione adriatico-ionica. L’introduzione di Confcommercio ha fatto da preambolo alle parole di Gian Mario Spacca. All’incontro hanno partecipato diversi imprenditori facenti parte della Dirigenza Confcommercio Marche, e provenienti da tutto il territorio marchigiano, che hanno rivolto delle domande a Spacca e hanno portato il loro contributo alla discussione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2015 alle 17:27 sul giornale del 16 maggio 2015 - 774 letture

In questo articolo si parla di attualità, confcommercio, ancona, confcommercio ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajtA





logoEV
logoEV