counter

Fano: il vice ministro alle infrastrutture Nencini incontra Ceriscioli

nencini e ceriscioli 3' di lettura 09/05/2015 - 'Luca è un amministratore e sa bene che quando sarà presidente dovrà ridefinire l'accordo di programma sulle infrastrutture con il ministero. Troverà orecchie attente come lo si deve a una regione quadro dentro i corridoi comunitari che piovono in Italia. Il corridoio che riguarda l'adriatico investe appieno le Marche'. Lo afferma il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini, a Fano per sostenere la candidatura di Luca Cerisicoli e di Boris Rapa.

'Voglio ringraziare il ministro - aggiunge Ceriscioli - che è molto presente e attento sul nostro territorio. Un impegno anche sulle infrastrutture che dimostra, un esempio di politica vicino ai territori. Un Ministro che conosce bene i temi dalla Difesa della costa, alla portualita', alle strade dalla Fano Grosseto e alla quadrilatero perché la sfida delle infrastrutture è strategica.
Possiamo ottenere risultati se affianco alle imprese ci saranno reti infrastrutture per sostenere questo territorio. Fondamentale sarà l'intermodalita' tra porto, aeroporto e servizio di interporto che non ha ancora dato quello che può dare in termini di sviluppo. Una sfida che si gioca anche con i fondi europei e con i rapporti con governo nazionale e dal europa.
Il gioco di squadra sara' fondamentale. Per la regione avere un collegamento regione governo e Europa significa avere quella forza politica che può realizzare molto di più di quello che si può portare a casa da soli'.
'Il 31 maggio - spiega Nencini - su sette regioni assisteremo ad un cambiamento profondo delle classi dirigenti dei territori. Avremo cinque presidenti nuovi su sette e uno sta qua. Conosco bene Luca e ricordo un ottimo rapporto di collaborazione quando era sindaco, collaborazione in passato e in futuro il punto di questa campagna.
Quando torno nelle Marche le infrastrutture sono un tema centrale. Ecco quello che il governo sta portando avanti. La Quadrilatero pochi mesi fa abbiamo inaugurato un pezzo e i lavori vanno avanti. C'e una verifica in corso e stiamo aspettando i risultati.
La Fano Grosseto l'abbiamo riesumata un anno fa, merito del sindaco di Fano e della senatrice Fabbri. Abbiamo siglato l'accordo Centralia e sono in corso le trattative con grosse società per finanziarla. Un'opera che ai cittadini non costerà.
Opere che insieme alla bretellina di Ancona non sono state inserite nel def. Un"operazione che non ha nulla a che vedere con lo stop a queste opere, la prova è che l'incipit della Fano Grosseto che sta in Toscana, la Siena Grosseto è inserita nel Def , perché è l'unico tratto di quella strada finanziato dallo Stato. L'opera non subisce rallentamenti. Fuori def anche la tirrenica che partirà con un accordo il prossimo 13 giugno.
Siamo interventi sul porto di Pesaro tre milioni utilizzabili subito, sbloccati proprio questa settimana. Microinterventi sono in corso sul porto di San Benedetto. Abbiamo in cantiere la riqualificazione del centro della città di Fano e la velocizzazione dell'Adriatica ferroviaria da Bologna a Lecce.
Un provvedimento speciale su housing sociale che prevede l'utilizzo iniziale di 20 mila alloggi incagliati presso le banche per essere venduti o affitti a prezzi calmierati, aree locate nelle città metropolitane.







Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 09-05-2015 alle 18:10 sul giornale del 11 maggio 2015 - 988 letture

In questo articolo si parla di politica, luca ceriscioli, Boris Rapa, nencini, Comitato Ceriscioli Presidente, uniti per le marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajbb





logoEV
logoEV