counter

San Severino: si impicca in garage dopo il litigio con la convivente, salvato dai carabinieri

Carabinieri di notte 1' di lettura 08/05/2015 - Litiga con la convivente in piena notte e si impicca in garage. Fortunatamente i carabinieri erano già lì, chiamati dalla donna.

E' successo a San Severino, dopo un litigio di coppia che avrebbe convinto lei ad andarsene di casa. Impaurita dalla reazione dell'uomo è stata proprio la convivente a chiamare il 112 per poter sgomberare la casa in tranquillità. Lui però scompare ed i militari, preoccupati, iniziano a cercarlo. Si accorgono subito del garage aperto: all'interno c'è proprio l'uomo, un muratore di 45 anni, con la corda al collo. E' già svenuto e non respira, ma i tempestivi tentativi di rianimazione lo fanno riprendere. Ora è in gravi condizioni, all'ospedale di San Severino, ma non in pericolo di vita.

Fondamentale la presenza delle forze dell'ordine: senza di loro probabilmente il 45enne non ce l'avrebbe fatta.






Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2015 alle 13:46 sul giornale del 09 maggio 2015 - 923 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, san severino marche, litigio, Riccardo Antonelli, articolo





logoEV
logoEV