counter

Porto D'Ascoli: arrestati quattro romeni, rubavano rame per un valore di 8000 euro

1' di lettura 07/05/2015 - Lunga nottata per i Carabinieri della Compagnia di Pescara che in collaborazione con quelli di San Benedetto del Tronto, nelle prime ore della mattinata di giovedì 7 maggio, hanno arrestato in flagranza dei reati di furto aggravato e ricettazione, quattro cittadini romeni tra i 23 ed i 31 anni, tre dei quali già segnalati e con precedenti.

Gli stranieri, che da tempo avevano il fiato sul collo, partiti stanotte da Silvi (TE), si sono recati a Porto d’Ascoli (AP) dove, dopo aver forzato il cancello, si sono introdotti all’interno di un capannone di una ditta edile della zona. I quattro si sono poi messi al lavoro ed in poco tempo sono riusciti a caricare su un Doblò quasi mille chilogrammi di canali discendenti in rame, per un valore di circa ottomila euro.

Dopo aver finito il “lavoro” intorno alle 04.30 sono stati bloccati dai Carabinieri che li attendevano all’ingresso del casello autostradale di San Benedetto del Tronto. L’autista del mezzo, alla vista del posto di controllo, ha abbandonato il veicolo dandosi alla fuga a piedi per le campagne, riuscendo in un primo momento a dileguarsi, mentre i militari hanno bloccato gli altri 3 connazionali.

La caccia all’uomo scattata immediatamente ha dato però i suoi frutti: intorno alle 7 il fuggitivo è stato individuato dai militari alla stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto mentre cercava di salire su un treno diretto a sud. Anche per lui sono così scattate le manette dovendo rispondere davanti al Giudice dei reati commessi.








Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2015 alle 18:04 sul giornale del 08 maggio 2015 - 866 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri pescara, Alessia Rossi, articolo, carabinieri san Benedetto del Tronto, furti rame san benedetto del tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ai7w





logoEV
logoEV