counter

Rosini (DC): “Dopo il Consiglio di Stato, lo scudocrociato alla DC diventa sacrosanto"

democrazia cristiana 1' di lettura 05/05/2015 - Sulla querelle dell’attribuzione dello scudo crociato, mentre la palla passa ormai all’Ufficio centrale elettorale regionale presso la Corte d’Appello, il Coordinatore marchigiano della DC torna sul tema, stavolta riportando testualmente la conclusione del Consiglio di Stato, che non lascia spazio a dubbi interpretativi.

“Il complesso di detti elementi di diversità, sommati a quella della maggior parte degli elementi letterali e cromatici che contraddistinguono i contrassegni in questione, non può che portare alla affermazione della non confondibilità degli stessi e della impossibilità di ingenerare confusione negli elettori, come correttamente rilevato con la impugnata sentenza”.

A questo punto, “l’ammissione del simbolo scudocrociato alla Democrazia Cristiana, diventa un fatto sacrosanto”, conclude Rosini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-05-2015 alle 19:54 sul giornale del 06 maggio 2015 - 985 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, democrazia cristiana, franco rosini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiZH





logoEV
logoEV