counter

Pesaro: pesca sportiva abusiva, sequestrata attrezzatura. Sanzione di mille euro

Gli attrezzi da pesca sequestrati dalla Capitaneria di Porto di Pesaro 1' di lettura 05/05/2015 - La Capitaneria di Porto di Pesaro, ha sequestrato alcuni attrezzi da pesca sportivi appartenenti a diversi pescatori sportivi che li avevano posizionati in un numero superiore a quello consentito dalle normative regionali (che ne prevede 2 per ogni pescatore sportivo), o posizionati in specchi acquei vietati per aspetti di sicurezza balneare.

Ad ogni pescatore sportivo, oltre al sequestro dell’attrezzo da pesca, è stata comminata una sanzione amministrativa di mille euro. Tale attività di polizia marittima rientrante nei compiti di istituto della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, ha permesso di dare un segnale forte, scoraggiando il fenomeno della pesca sportiva esercitata abusivamente ed in particolare nella delicata zona costiera del Parco Naturale del Monte San Bartolo che merita grande attenzione da parte di chiunque.

La Guardia Costiera di Pesaro continuerà a vigilare, come di consueto, sulle attività a qualsiasi titolo svolte in mare, al fine di tutelare la sicurezza della vita umana in mare, la salvaguardia dell’ambiente marino e costiero, ed a garantire il rispetto delle norme vigenti per lo svolgimento delle molteplici attività che si svolgono in mare.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2015 alle 16:45 sul giornale del 06 maggio 2015 - 626 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, rossano mazzoli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiYi





logoEV
logoEV