counter

Porto Recanati: corteo respinge Matteo Salvini. Impossibile la visita all'Hotel House

Matteo Salvini nelle Marche 1' di lettura 27/04/2015 - Lunedì Mateo Salvini ha fatto tappa nelle Marche e dopo aver visitato Fano ed Ancona, si è diretto a Porto Recanati e in fine a Macerata.

La presenza del leader nazionale di Lega Nord nelle Marche ha creato non pochi disagi. Nel capoluogo dorico è stato accolto da lanci di uova, insulti e fumogeni. Ma la situazione non è stata certo più leggera nel maceratese. Poche ore prima di fare tappa a Porto Recanati, Salvini a Fano aveva annunciato che era intenzionato a toccare con mano la realtà di quel 'colosso' di cui tanto aveva sentito parlare nei giornali, l'ultima volta in occasione del recente arresto di un pakistano che aveva collegamenti con cellule terroristiche di stampo qaedista.

'Dovrebbe essere raso al suolo', aveva detto il leader leghista riferendosi all'Hotel House, ma una volta arrivato nella cittadina costiera ha trovato una manifestazione compatta, con cori dai toni aspri. 'Vattene, non vogliamo razzisti nella nostra città', 'Che vieni a fare qui?', 'Lasciaci vivere', hanno urlato i più educati. Il corteo, composto anche da numerosi extracomunitari, non ha nemmeno permesso a Salvini di accedere al palazzo di diciasette piani e il tour è proseguito a Macerata.

Sono stati attimi di forte tensione, e di certo non è stato facile il compito delle forze dell'ordine di tutelare il parlamentare europeo, il quale prima di rimettersi in viaggio ha tuonato: 'All'Hotel House ci tornerò sicuramente".


   

di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it







Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2015 alle 21:07 sul giornale del 28 aprile 2015 - 1223 letture

In questo articolo si parla di politica, porto recanati, hotel house, articolo, Arianna Baccani, matteo salvini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aiFv





logoEV
logoEV