La minaccia e poi arriva alle mani con l'ex amante del marito. Nei guai una 27enne anconetana

1' di lettura 24/04/2015 - La minaccia in ogni modo possibile fino ad arrivare alle mani. Vittima l'ex amante del marito scomparso da alcuni anni. Nei guai una 27enne anconetana.

Nel tardo pomeriggio di giovedì i Poliziotti della Squadra Mobile di Ancona hanno arrestato P.S. 27enne. La donna, dopo aver appreso della relazione extraconiugale avuta tra suo marito, scomparso nel 2013, e una coetanea di Ancona, aveva cominciato una serrata serie di atti persecutori nei confronti dell'ex amante dell'uomo.

Telefonate minatorie, minacce sotto casa dopo lunghi appostamenti e sul profilo Facebook, tutto esteso anche agli amici della giovane vittima, fino a quando, nel marzo 2015, P.S. passava alle mani aggredendo la vittima davanti ad un centro commerciale di Ancona dove l’aveva aspettata per ore. Nonostante il luogo fosse frequentato da alcuni passanti, la stalker aggrediva la giovane vittima senza esitazione, buttandola a terra, trascinandola per i capelli e colpendola con calci e pugni tanto da procurargli lesioni al corpo e al volto.

E’ qui che la giovane vittima maturava la decisione di rivolgersi alla Squadra Mobile che, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, esperiva tutti gli accertamenti e le indagini del caso che permettevano in pochissimo tempo l’emissione da parte del Gip Carlo Cimini di un’Ordinanza di Custodia Cautelare degli Arresti Domiciliari nel con l’uso del braccialetto elettronico al fine di scongiurare un’eventuale evasione.






Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2015 alle 19:11 sul giornale del 27 aprile 2015 - 858 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, violenza, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo





logoEV