counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Giorgi: 'La sanità regionale deve concentrare l'attenzione sui bisogni dell'età evolutiva'

2' di lettura
575

Si parla molto di prevenzione ed occorre declinare questo termine focalizzando l'attenzione sul disagio giovanile che è uno dei temi più preoccupanti nella società, perché ne lede l'humus del presente e del futuro.

Nel corso dell'infanzia e dell'adolescenza si affrontano cambiamenti che non riguardano solo la sfera fisica, ma principalmente quella cognitiva, affettiva e comportamentale: l'integrazione con gli altri, l'apprendimento delle regole societarie, il cambiamento del corpo, sono sfide, complesse e non sempre si è supportati dagli strumenti idonei per affrontarle. Non oggi.

Questo disagio, spesso difficile da esprimere, può dare luogo a problemi quali fobie, depressioni, disturbi del comportamento alimentare, disturbi dell'apprendimento, del comportamento, autismo. Disturbi che incidono sulla crescita e sulla possibilità di poter transitare verso l'età adulta vivendone la pienezza liberamente, dopo avere condizionato l'età della crescita.

In questi cinque anni il Governo Regionale ha investito sulle risposte ai bisogni dell'età evolutiva rimuovendo quella che sembrava una preclusione ideologica. Nasce la rete regionale della neuropsichiatria infantile, è stata approvata la legge sui DSA Distrurbi Specifici dell'Apprendimento ( di cui sono stata relatrice di maggioranza), così come la norma in materia di disturbi dello spettro autistico con l'istituzione del Centro regionale per l'autismo. Un grande risultato quello ottenuto con la delibera che individua e norma tutta la rete regionale per il contrasto ai DCA Disturbi del Comportamento Alimentare, con approccio multidisciplinare che investe il territorio, le strutture ospedaliere, anche specifiche per l'età pediatrica e di riabilitazione.

Molto è stato fatto e occorre spingere con determinazione sul potenziamento dei servizi, riconoscendone la priorità e la specificità anche nell' individuazione del personale qualificato.
E' un necessario investimento per evitare ai giovani di divenire adulti con patologie complesse e costose da curare.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2015 alle 17:32 sul giornale del 27 aprile 2015 - 575 letture