counter

Calcio, Ascoli: doppio Altinier e il Picchio supera il Santarcangelo, ma non accorcia sul Teramo

4' di lettura 26/04/2015 - Servono i tre punti agli uomini di Petrone per poter accorciare sul Teramo e riaprire il discorso campionato. Sono 24 le lunghezze che separano i bianconeri dal Santarcargelo, ma come i tifosi hanno potuto vedere nelle ultime gare, di questi tempi il Picchio non può sottovalutare nessuno. La vittoria contro il Santarcangelo, ottenuta non senza qualche brivido di troppo, ha però ancora una volta dimostrato come i cali di tensione per l'Ascoli siano sempre il nemico numero 1.

Nei primi minuti sono i padroni di casa a fare la partita, cercando di trovare il gol in apertura contro un Ascoli ancora negli spogliatoi. Il ritmo, tuttavia, è basso, con i bianconeri che puntano a non scoprirsi troppo, badando più allo studio dell'avversario che ad imbastire una manovra. Al 16' a rompere gli indugi è Tripoli, con una con una conclusione da fuori deviata che però finisce in bocca a Nardi.

Dopo solo 18' Nardini è costretto a lasciare il campo per infortunio, al suo posto Mori. L'Ascoli cambia marcia e al 21' trova il vantaggio con Altinier. L'attaccante riceve palla da Grassi e con un dribbling lascia sul posto Cola, facendo poi partire un destro chirurgico che non lascia scampo a Nardi.

E' il sedicesimo centro stagionale per il centravanti ascolano. Al 28' è lo stesso Grassi che tenta la conclusione in porta col sinistro, ma la palla termina sull'esterno della rete. Il trequartista bianconero è un fattore determinate nel primo tempo e da un suo spunto nascono al 32' i presupposti che portano al calcio di rigore che l'arbitro Lacagnina assegna all'Ascoli. Fallo di Olivi su Grassi e difensore gialloblu che finisce anzitempo sotto la doccia. Altinieri si presenta sul dischetto e non sbaglia. 2-0 e partita in discesa per il Picchio. In pochi minuti una pioggia di espulsioni si abbatte su un Santarcangelo già in difficoltà e a finire negli spogliatoi è il tecnico Cuttone, cacciato per proteste in seguito al raddoppio ascolano.

Sul finale di primo tempo, occasione per accorciare le distanze del Santarcangelo con Graziani, che da pochi metri strozza la conclusione e Lanni para senza problemi. Il secondo tempo riparte con l'Ascoli in avanti alla ricerca del gol che chiuderebbe definitivamente la partita, ma è il Santarcangelo che sfiora l'1-2 con Guidone che si divora un gol da due passi. Reazione d'orgoglio dei padroni di casa che, nonostante l'inferiorità numerica non rinunciano a tentare di riaprire il match con una serie di azioni pericolose nell'area bianconera.

L'Ascoli risponde prima con Altinier che costringe Nardi agli straordinari con un tocco di spalla, poi con Tripoli che trova ancora l'estremo difensore romagnolo a dire di no al suo tiro. Al 71' Picchio vicinissimo al 3-0 con Pirrone che raccoglie l'assist di Addae e con un destro in spaccata supera Nardi ma sulla linea trova Traorè a negargli la gioia del gol. Al 76' un sinistro di Radoi si infrange sull'esterno della rete dando l'illusione del gol. Poco dopo, all'81', Lanni vola su un colpo di testa di Guidone, salvando la rete che avrebbe riaperto la partita.

Sono solo le prove generali perchè un minuto dopo, lo stesso Guidone trova la rete dell' 1-2 girando in porta un cross basso di Radoi. Il gol dei padroni di casa riaccende la partita e all'87' Obeng sfiora la rete del clamoroso pareggio, colpendo il palo sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Santarcangelo preme con una serie di corner e l'Ascoli sembra ormai alle corde. E' un assedio dei gialloblu, prima con Guidone, poi con Taugourdeau ma il fortino bianconero regge.

Termina il match. Un Picchio che porta via 3 importanti punti da Santarcangelo, soprattuto per mantenere il fiato sul collo del Teramo, ma che ancora una volta è sembrato a corto di energie in questa fase decisiva del campionato.

SANTARCANGELO: Nardi, Traorè (72' Argeri), Rossi, Obeng, Cola, Olivi, Bisoli (62' De Respinis), Taugourdeau, Guidone, Berardino, Graziani (54' Radoi). A disposizione: Lombardi, Adorni, Possenti, Garufi, Argeri, Radoi, De Respinis. Allenatore: Cuttone

ASCOLI: Lanni, Nardini (18' Mori), Avogadri, Pirrone (80' Gualdi), Mengoni, Pelagatti, Altobelli (73' Carpani), Addae, Altinier, Grassi, Tripoli. A disposizione: Ragni, Mori, Carpani, Gualdi, Berrettoni, Mustacchio, Perez. Allenatore: Petrone

MARCATORI: 21' , 34' Altinier (A)

AMMONITI: Grassi (A), Taugourdeau (S)

ESPULSI: Oliva (S)

ARBITRO: Lacagnina di Caltanissetta


   

di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 







Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2015 alle 15:03 sul giornale del 27 aprile 2015 - 942 letture

In questo articolo si parla di sport, Santarcangelo, gabriele ferretti, articolo, ascoli picchio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aiBz





logoEV
logoEV