counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Regionali, Gozi lancia Ceriscioli: "Rappresenta il cambiamento, la competenza e il gioco di squadra"

3' di lettura
865

Luca Ceriscioli

“Luca Ceriscioli rappresenta il cambiamento, la competenza e il gioco di squadra, le Marche non hanno bisogno di chi, accecato dai personalismi, abbandona i partiti. Avete un candidato che non vive di politica ma fa politica per passione e spirito di servizio. E’ stato anche un buon amministratore e mi piace molto anche il suo slogan utilizzato durante le primarie: il sindaco delle marche”.

Così Sandro Gozi, sottosegretario alla presidenza del consiglio, a Pesaro, durante l’iniziativa a sostegno della candidatura di Luca Ceriscioli alla presidenza della regione Marche per il centrosinistra.

"L'Europa rappresenta il futuro - ha aggiunto Gozi - Una sfida che Ceriscioli dovra' raccogliere quando diventera' presidente. In bocca al lupo, e' gia' difficile fare il sindaco di una citta', figuriamoci di una Regione”. E ha aggiunto: "Al Pd delle Marche ha il merito di aver ricucito il filo tra cittadini e politica: lo dimostra la grande affluenza alle primarie. Siete un modello per le altre regioni. Ora si guarda avanti, Luca e' il cambiamento". Gozi spiega: "Nel Pd non vale la regola secondo cui se il mio partito non mi ricandida allora esco e faccio la mia lista con un altro partito. Hai finito non prendi il pallone e scappi via. Non si puo' cambiare se si e' accecati dai personalismi". “Una regione crede in se stessa solo se investe, istruisce e forma. Una regione che smette di investire sul futuro è volta al declino. La scommessa da vincere sarà quella dei fondi europei e dell’Europa. Siamo pronti a fare gioco di squadra con le regioni che si rinnoveranno e Ceriscioli sarà all'altezza della sfida.

Luca Ceriscioli parte con un ricordo:“mi sento in campagna da due o tre mesi, le primarie sono state una bellissima anticipazione. Sono contento di iniziare la campagna elettorale in questa sala perché è qui che feci il lancio della mia candidatura a sindaco di Pesaro 11 anni fa”. Poi esprime soddisfazione per l’assestamento di bilancio approvato oggi dal consiglio regionale: “nel bilancio regionale ci sono 280 milioni in meno. Il blitz anticipato da alcuni giornali è riuscito. Ci saranno 5 milioni in più per il sociale”.

“Dobbiamo – ha affermato - essere protagonisti e giocare la partita facendo riferimento ai fondi europei. Noi siamo la risposta alla richiesta di cambiamento che arriva dai territori. Oggi i fondi europei sono stati utilizzati per coprire esigenze diverse e non produrre cambiamento. Dobbiamo concentrare le risorse su scelte strategiche perché chi riuscirà a collocare queste risorse vincerà la sfida del futuro. Confido molto nell'azione di governo e nella capacità di far ripartire l’economica. Noi dobbiamo agganciare il treno della ripresa e lavorare in squadra. Per questo sarà importante uscire dalla frammentazione e lavorare per farci carico di spendere bene i 1200 milioni di fondi europei che arriveranno nelle Marche. Questi fondi sono una parte del sistema. Dobbiamo avere la capacità di intercettare anche quella parte di fondi per i quali occorre avere forza di andare a concorrere e portarli nel nostro territorio. Questa sarà la sfida da vincere. E sarà fondamentale il gioco di squadra tra regioni e governo. Il Pd può giocare questa partita. Non può essere una partita in solitaria. Noi rappresentiamo la speranza lo facciamo nel governo e lo faremo nelle Marche”.



Luca Ceriscioli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2015 alle 09:01 sul giornale del 11 aprile 2015 - 865 letture