counter

Urbino: giovane mamma si toglie la vita. Sconcerto in Comune dove lavorava

urbino via saffi 1' di lettura 09/04/2015 - La tragica scoperta è toccata al compagno della donna, allertato dalle colleghe di lavoro che non la vedevano arrivare. Miriam Gavioli, di 41 anni, dipendente comunale e mamma di una bambina di 3 anni, si è tolta la vita, nella sua abitazione.

Originaria di Ferrara, viveva da ormai molti anni ad Urbino, dove si era laureata in Scienze Ambientali nel 1999, lavorava nel comparto delle attività produttive nell'ufficio dell'assessore e vicesindaco Francesca Crespini.

É stata la sua assenza sul luogo di lavoro, dove si è sempre recata con grande puntualità, a far scattare l'allarme, le colleghe han prima provato a contattare la donna telefonicamente, poi non avendo ricevuto alcuna risposta hanno allertato il compagno che non ha potuto far altro che ritrovarla, ormai senza vita, impiccata alle scale della loro abitazione in via Saffi.






Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2015 alle 19:15 sul giornale del 09 aprile 2015 - 1873 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbino, suicidio, articolo, antonio mancino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/alW4





logoEV
logoEV