counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Calcio a 5: Torneo delle regioni, peccato per le Marche, seconda dopo i rigori

2' di lettura
1885

La finale del Torneo delle Regioni di calcio a 5 a Jesi

Un sogno sfumato ai rigori, quello vissuto dalla squadra degli Allievi delle Marche che al prestigioso Torneo delle Regioni lascia il primo posto al Lazio, dopo una dura lotta sabato mattina al PalaTriccoli di Jesi.

Una giornata di festa per lo sport, in cui le società sportive jesine hanno ricevuto dalle mani del sindaco Bacci e dell'assessore allo sport Coltorti un ricnoscimento per aver reso il 2014 di Jesi città europea dello sport un anno speciale.

E a chiudere questo anno è stato proprio i Torneo di Calcio a 5 più prestigioso a livello nazionale: il Tornei delle Regioni. Oltre 600 atleti con le famiglie al seguito hanno alloggiato nelle Marche, da Jesi ad Ancona a Senigallia e nelle zone vicine agli impianti dove sono state disputate 48 partite più le gare semifinali e finali delle categorie Allievi e Giovanissimi.

La finale ha visto lottare per la vittoria del Torneo proprio le Marche contro il Lazio, nella categoria Allievi. Mentre in quella dei Giovanissimi ancora il Lazio contro la Sicilia.

Purtroppo il sogno di salire sul gradino più alto, si è infranto ai rigori: 5-6 il risultato finale che ha strappato agli Allievi il gradino più alto. A vincere nella categoria Giovanissimi i siciliani che hanno battuto il Lazio con un sonoro 9-1.

La giornata è stata ripresa dalle telecamere della Rai, con il passaggio della finale in tv su Ri Sport 1 alle 23 (in differita) e a domenica alle 15. Peccato per i marchigiani, ma la festa dinanzi ad un PalaTriccoli gremito c'è comunque stata, con la sfilata delle tante società sportive jesine e dei loro atleti.



... Le società sportive jesine sfilano al Palatriccoli di Jesi
... Lo staff tecnico della squadra marchigiana arrivata seconda al TdR


La finale del Torneo delle Regioni di calcio a 5 a Jesi

Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2015 alle 16:29 sul giornale del 07 aprile 2015 - 1885 letture