counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: Porto, intercettata auto rubata. Era pronta per essere imbarcata per la Grecia

2' di lettura
1255

Controlli al porto: la Polizia intercetta auto rubata in partenza per la Controlli al porto: la Polizia intercetta autovettura rubata in partenza per la Grecia.

Nell’ambito di controlli al porto Dorico svoltisi nella giornata di sabato per il contrasto all’immigrazione clandestina da e per la Grecia, gli uomini del Compartimento Polizia stradale Marche, guidati dal dott. Emilio Guerrini, hanno rintracciato una Range Rover, modello Evoque, condotta da cittadino croato, pronto ad imbarcarsi alla volta di Igoumenista. Ad attirare l’attenzione degli investigatori proprio il modello dell’auto, particolarmente interessante dato il valore economico, per i malfattori. L’auto aveva targhe austriache ma all’interno del bagagliaio vi erano sacche per gli attrezzi riportanti la ditta di una concessionaria italiana. Interrogandole banche dati in uso alla Polizia, le targhe sono risultate rubate e il numero di telaio contraffatto. Connettendosi alla centralina dell’auto, si è, infatti, potuto verificare il numero originale di telaio connesso all’autovettura, che era stata segnalata come oggetto di furto in Veneto nella giornata di martedì scorso. E’ risultata falsificata anche tutta la documentazione in possesso del fermato: carta di circolazione e procura a vendere. Altro elemento determinante che ha insospettito gli inquirenti è stata la ricerca di connessione del sistema bluetooth dell’auto a dispositivo mobile riportante un nome femminile italiano, che si è poi accertato corrispondere a quello della legittima proprietaria italiana.

Il cittadino croato è stato sottoposto a fermo di p.g. per il reato di ricettazione, sussistendo il pericolo di fuga dato dal possesso del biglietto di partenza per la Grecia.

Gli uomini della Stradale, inoltre, hanno anche rinvenuto una borsa sapientemente occultata, oggetto di furto in autovettura parcheggiata ad Ancona, avvenuto qualche giorno prima. Restituiti i documenti trovati all’interno al legittimo proprietario.



Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2015 alle 11:39 sul giornale del 31 marzo 2015 - 1255 letture