100 Volte Marche, concorso per un’idea positiva delle Marche attraverso i suoi più longevi testimonial

Il concorso 100 Volte Marche 2' di lettura 24/03/2015 - Si è tenuta nella mattinata di venerdì 20 marzo l’ultima tappa del Concorso 100 Volte Marche, che dopo aver passato in rassegna tutte le provincie Marchigiane, sbarca nella cittadina di Maiolati Spontini nella Provincia di Ancona.

Mancano infatti meno di due settimane alla fine del concorso 100 Volte Marche, iniziativa ideata da Fabbrica Cultura in collaborazione con il MAB (Musei Archivi Biblioteche delle Marche), patrocinata dalla Regione Marche e sponsorizzata dal tour operator Food & Relax.

Per l’occasione il consorzio che riunisce 21 aziende fra le più attive e innovative nel settore della cultura, dello spettacolo, del turismo, dell’ambiente e della creatività delle Marche, ha scelto come ultima tappa del tour nei luoghi della cultura marchigiana quello della biblioteca la Fornace di Maiolati Spontini. Un edificio emblema del connubio tra tradizione e innovazione, può ben sintetizzare l’idea del Concorso 100 volte Marche che ha fatto degli anziani i testimonial più rappresentativi del brand Marche attuale.

L’incontro è stato moderato dalla presidentessa del Consorzio Antonella Nonnis, ­­la quale oltre a ringraziare i presenti e tutti coloro che ad oggi hanno partecipato attivamente a questa iniziativa ha tenuto a ricordare che: “E’ nostro intento proseguire questo progetto anche dopo la sua scadenza mediante una mostra fotografica con tutte le foto più belle partecipanti al concorso, un’esposizione nei più importanti luoghi della cultura marchigiana”.

Assieme a lei era presente l’editrice Valentina Conti, giurata del concorso, la quale ha sostenuto: “Non esiste niente più democratico della cultura. Dobbiamo tempestare i luoghi della cultura di eventi come questi perché affondano le radici nella storia, in una grande storia. Questa è un’eredità che dobbiamo proteggere. Mi auguro che il concorso sia uno stimolo per scrivere”.

Di seguito si sono tenuti gli interventi del consigliere delegato alla Cultura Comune di Maiolati Spontini, Sandro Grizi, il quale ha dichiarato a nome dell’amministrazione comunale “siamo felici di presentare questo concorso. La nostra biblioteca sempre più sta diventando parte attiva del territorio marchigiano. La scelta di recuperare questa Fornace e di farlo diventare un luogo della cultura ci ha premiato”.

L’incontro si è chiuso con l’intervento di Massimiliano Fabrizi, giurato del Concorso, fotografo ed esperto in social network, il quale ha lamentato una generale disimpegno di alcune istituzioni in iniziative come queste. Questo ha inoltre espresso una viva curiosità nel voler discutere con gli altri giurati i contributi ad oggi inviati, i quali sono disponibili sul sito 100voltemarche.it e saranno contenuti nella rivista Why Marche, vetrina ufficiale del concorso.

Per chi fosse interessato c’è tempo fino al 31 marzo 2015 per inviare i propri lavori e votare quelli degli altri. Segreteria organizzativa: Cristian Ciarrocchi, Chiara Peroni, Laura Tommolini info@100voltemarche.it
Seguici su: www.100voltemarche.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2015 alle 20:41 sul giornale del 25 marzo 2015 - 668 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, concorso fotografico, editoriale, 100 volte marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahb6





logoEV