Porto Recanati: si conclude la Settimana Arancione, per la lotta contro il razzismo

Premiazione Homeward Bound 2' di lettura 22/03/2015 - A Porto Recanati questo weekend si è conclusa l’XI Settimana di Azione contro il Razzismo, una settimana densa di attività ed iniziative volte ad una maggiore integrazione della componente straniera locale e ad un’apertura per il dialogo.

Tanti gli incontri svolti nelle scuole per sensibilizzare i cittadini più giovani a tematiche, purtroppo sempre attuali, come il razzismo. L’eloquente slogan dell’iniziativa è ‘Accendi la mente, spegni i pregiudizi’.

Un passo importantissimo da questo punto di vista si è svolto giovedì durante il Consiglio Comunale che ha approvato la Consulta dei Migranti. Una vittoria per la consigliera con delega all’Integrazione, Maria Elena Fermanelli.

Sulla pagina Facebook ‘Settimana Arancione Città di Porto Recanati’, l’evento è stato così commentato: “Le obiezioni sollevate ieri sera tendevano a sottolineare che occuparsi di migranti significhi risolvere le loro problematiche. Non è stata mai sollevata l'idea che i quasi 3000 migranti presenti nella nostra città siano una ricchezza, un’opportunità di crescita per tutti i cittadini, una finestra sul mondo. Integrazione non vuol dire appiattire nell’uguaglianza, ma valorizzare le differenze e utilizzarle come fonte di arricchimento reciproco”.

Esempio di partecipazione attiva e di vera integrazione è il progetto sperimentale cinematografico svoltosi presso l’Hotel House sotto l’ala del documentarista ed antropologo Giorgio Cingolani, e del docente di Unimc Claudio Gaetani.

Si tratta di ‘Homeward Bound. Sulla Strada di Casa’, un film realizzato dagli adolescenti residenti presso l’Hotel House. I ragazzi hanno dapprima partecipato ad un corso di cinema gratuito svolto da professionisti del settore, per poi emancipare le proprie storie, che sono diventate ispirazione per un film che a breve vedrà la luce.

Il battesimo il film lo ha già ricevuto sabato mattina (Giorno Mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali), presso l’Auditorium E.Medi, quando protagonisti e staff sono stati premiati con un attestato consegnato dal Vicesindaco Lorenzo Ricetti e dalla consigliera Fermanelli.

Il film sarà realizzato e distribuito a livello internazionale dal collettivo dei ragazzi del corso e da VIEWFILM di Giorgio Cingolani in forma partecipata. Tutti gli eventuali introiti che la produzione del film realizzerà saranno ripartiti tra tutti i partecipanti al corso e con chi contribuirà alla realizzazione tecnica del film.

La settimana arancione è terminata domenica mattina con la ‘Million March Memory', la prima camminata - dal profondo significato simbolico - di incontro tra residenti portorecanetesi, italiani e stranieri.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it







Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2015 alle 10:44 sul giornale del 23 marzo 2015 - 1438 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto recanati, razzismo, articolo, Arianna Baccani, settimana arancione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ag5C





logoEV