Tesei (GD): 'Non è il Pd a dire no a Spacca ma è lui ad uscire'

giovani democratici 1' di lettura 11/02/2015 - "Spacca si candida come Presidente della Regione Marche nel 2005 per L'Ulivo. E nel 2010 con il Partito Democratico a capo di una coalizione.

Circa due anni fa esce dal partito (al quale non ha mai versato i contributi che spettano agli eletti), fonda un'associazione politica dicendo che non sarebbe mai diventata un partito e oggi la stessa prende il nome di ‘Marche 2020 - Partito delle Marche’.

Il Partito Democratico oggi si presenta ai cittadini della regione con la stessa coalizione con cui ha governato in questo lustro, rivendicando con orgoglio i risultati raggiunti, con il lavoro pancia a terra di assessori e consiglieri. Non è il Pd a dire no a Spacca, ma il medesimo che, con spocchia e veemenza, rivendica chissà cosa, dopo aver fatto un suo partito personale. Caro Presidente, "grazie dei fiori", è stato bello, ma hai deciso di fare il furbo. Noi siamo per correttezza, sobrietà e coerenza.


da Roberto Tesei
Segretario regionale Giovani Democratici





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2015 alle 16:37 sul giornale del 12 febbraio 2015 - 1250 letture

In questo articolo si parla di politica, giovani democratici, Roberto Tesei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aff8





logoEV
logoEV