counter

Sanità, ok della Conferenza Stato-Regioni al Dpcm sulla stabilizzazione dei precari

cisl marche logo 1' di lettura 26/01/2015 - Importante via libera della Conferenza Stato-Regioni alla bozza di Dpcm che prevede la possibilità di stabilizzare il personale precario da anni nel sistema sanitario marchigiano. La normativa, sicuramente perfettibile, prevede che possano essere espletati, nel quadriennio 2015/2018, concorsi riservati, sino alla copertura della metà dei posti previsti dai piani assunzionali, per personale a tempo determinato per almeno tre anni negli ultimi cinque alla data del 30 ottobre 2013.

La Cisl chiederà nelle prossime ore il monitoraggio analitico di tutte le figure potenzialmente interessate e che, stante il fatto che il Dpcm prevede che possano essere cumulati i periodi di precariato nelle varie strutture sanitarie regionali, calcoliamo possano essere nelle Marche circa 500 interessati.

Si tratta del personale sanitario sul quale da anni si regge il sistema sanitario regionale ed al quale finalmente si può ora dare risposte come previsto anche dall'accordo tra Regione e Confederazioni di un anno fa. Si chiederà altresì, prima dello scioglimento del Consiglio Regionale, di inserire nei piani occupazionali la riserva per i precari e di temporalizzare gli interventi assunzionali . Non si tratta per la Regione di una spesa ulteriore ma di dare una risposta al precariato "storico" e garantire una adeguata assistenza ai pazienti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2015 alle 20:06 sul giornale del 27 gennaio 2015 - 1008 letture

In questo articolo si parla di attualità, cisl marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aewz





logoEV
logoEV