counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Emergenza tarlo asiatico: "La Regione e gli altri Enti non chiedono alcuna somma"

1' di lettura
1072

Emergenza tarlo asiatico

In merito ad alcuni articoli apparsi in questi giorni sulla stampa, si rende necessaria una precisazione per chiarire la situazione relativa all'emergenza tarlo asiatico e per sgomberare il campo da idee sbagliate.

"Né la Regione, né gli altri enti chiedono alcuna somma per eseguire il trasporto e per il trattamento dei tronchi infetti - sottolinea l'assessore all’Agricoltura Regionale Maura Malaspina - qualsiasi richiesta è illegittima e va denunciata o segnalata".

A tale proposito, l'amministratore del Consorzio di Bonifica, l'avvocato Claudio Netti, ha Inoltre precisato che gli alberi non vengono smaltiti, ma sottoposti ad un trattamento fitosanitario adeguato di tipo fisico al fine di eliminare l’infestazione, e il materiale trattato viene riutilizzato e non smaltito come rifiuto. Si ricorda infine che la Regione Marche insieme al Consorzio di Bonifica e l’Assam stanno combattendo la pericolosa minaccia del Tarlo Asiatico nella zona del Fermano, e precisamente nei comuni di Grottazzolina, Magliano di Tenna e Montegiorgio.

I comuni interessati e la Provincia di Fermo hanno dichiarato di non avere le risorse disponibili per affrontare il taglio delle piante infette pertanto, l’Assessorato di concerto con il Consorzio e l’Assam sono dovuti intervenire prima con un primo stanziamento di 90 mila € e successivamente anche attraverso fondi comunitari per contenere la minaccia. Gli enti locali stanno svolgendo un supporto col loro personale.



Emergenza tarlo asiatico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2015 alle 08:48 sul giornale del 24 gennaio 2015 - 1072 letture