counter

Osimo: disperato si getta dalle mura dell'ospedale. Salvo dopo un intervento chirurgico

ambulanza, 118, croce rossa 1' di lettura 22/01/2015 - Il gesto insano di un uomo di 35 anni poteva trasformarsi nell'ennesima tragedia della disperazione. Il caso o la necessità nascosta dietro gli eventi, hanno evitato il peggio al ragazzo che, depresso, si è gettato dalle mura dell'ospedale, domenica sera. Tutto sotto gli occhi dei famigliari che ce lo avevano portato, preoccupati per il forte disagio del loro figlio.

L'uomo è sfuggito per un attimo dalla vigilanza dei suoi cari e, in un raptus, si è gettato di sotto. Un volo di una decina di metri, potenzialmente mortale nel quale , il disperato, si è procurato ferite gravi a gambe, bacino e colonna, risparmiando però capo e organi vitali.

Per il colmo della sfortuna, e per le terribili coincidenze che occorrono quando si ha a che fare con la sanità, all'immediato trasporto all'ospedale regionale di Torrette, hanno fatto seguito ben 12 ore di attesa prima di trovare posto in rianimazione. Poi i ferri dei chirurghi e una prognosi che darebbe adito ad un moderato ottimismo.

Il ragazzo, titolare di un'attività in città, aveva appena incassato la fine di un rapporto sentimentale cui evidentemente teneva moltissimo. Anche se, come spesso accade in questi casi, pochi immaginavano che ciò portasse fino ad un gesto così estremo.






Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2015 alle 09:03 sul giornale del 23 gennaio 2015 - 1306 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, croce rossa, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aeks





logoEV
logoEV