counter

Ancona: Annibali, Lucia chiede rispetto per il suo dolore

Lucia Annibali avvocatessa sfregiata acido 1' di lettura 22/01/2015 - "Rispetto per il mio dolore e per quello della mia famiglia". E' questo quanto chiede Lucia Annibali la giovane avvocatessa, vittima di una aggressione con l'acido a Pesaro nel 2013, giovedì ad Ancona per il secondo grado in appello.

"Dopo quello che mi è capitato questo - rivolgendosi al secondo grado in appello - è riaprire una ferita che sembra ancora più profonda di quanto lo è stata l'anno scorso, nel processo di primo grado, e vorrei quantomeno un minino di rispetto per il mio dolore e quello della mia famiglia". Con le parole della Avvocatessa Lucia Annibali si chiude la prima giornata del processo a porte chiuse che proseguirà anche venerdì 23 gennaio sempre ad Ancona. Ed ora è attesa per la sentenza.






Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2015 alle 20:26 sul giornale del 23 gennaio 2015 - 1180 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, pesaro, vivere ancona, laura rotoloni, acido, sfregiata, vivereancona.it, lucia annibali, luca varani, redazione@vivereancona.it, avvocatessa sfregiata acido, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aem3





logoEV
logoEV