counter

Borsa rubata a Fano: i carabinieri la ritrovano grazie all'applicazione del cellulare

Carabinieri notte 1' di lettura 20/01/2015 - Il sistema di localizzazione dello smartphone ha permesso ai militari di individuare la refurtiva e di restituirla alla proprietaria. Accusata di furto una 39enne.

Serata tranquilla in un locale del Lido poi la triste scoperta: la borsa sulla sedia è sparita. La vittima chiama immediatamente i carabinieri di Fano che, grazie al gps integrato nell'iPhone, riescono a seguire i movimenti: direzione sud, verso Marotta.
Le ricerche si fermano davanti a un pub mentre, dall'altra parte, il cellulare continua a squillare. I carabinieri entrano nel locale ma non trovano nulla. A un certo punto tre ragazze si alzano con indifferenza, escono e si allontanano in auto: nello stesso momento la borsa e il suo contenuto riprendono a muoversi.
I militari raggiungono il luogo in cui l'auto si è fermata e rintracciano la proprietaria del mezzo che, dopo una certa riluttanza, consegna il maltolto (borsa, cellulare, 150 euro in contanti e un paio di orecchini d'oro) sostenendo, a sua difesa, che avrebbe trovato gli oggetti a terra e che se ne sarebbe impossessata per consegnarli alla legittima proprietaria.





Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2015 alle 18:30 sul giornale del 21 gennaio 2015 - 1369 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marotta, furto fano, articolo, Francesco Gambini, carabinieri notte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aege





logoEV
logoEV