counter

Civitanova: festa per l'inaugurazione del Palas. Galleria fotografica di questa giornata storica

Civitanova, Palas inaugurazione 8' di lettura 16/01/2015 - Venerdì 16 è stata senza dubbio una giornata di svolta per Civitanova e non solo: prima con l'inaugurazione del nuovo tratto della Superstrada Civitanova-Foligno, poi con il taglio del nastro della nuova casa della Lube Volley e di tutti i civitanovesi e maceratesi, il nuovo PalaCivitanova.

Le celebrazioni per l'inaugurazione del Palas sono cominciate in mattinata, quando oltre duemila ragazzi hanno cantato in coro 'Il più grande spettacolo dopo il Big Bang', prendendo a prestito la canzone di Jovanotti per omaggiare la nuova struttura. Una vera invasione, quella delle scolaresche degli istituti comprensivi Sant'Agostino, Regina Elena, Ugo Bassi e Tacito, che si sono sfidati in un quadrangolare vinto dalla Ugo Bassi. Marta Porrà ha concluso la mattinata cantando l'Inno d'Italia insieme ai ragazzi presenti.

Alle 13:30, invece, sfilata di autorità che, prima hanno assistito alla benedizione dell'impianto da parte del parroco Don Alberto Spito, poi al taglio del nastro ufficiale. Un momento carico di emozioni positive e di orgoglio per l'intera comunità, ma in particolare per il Sindaco, visibilmente emozionato. In prima fila una piccola madrina ha reciso il nastro tricolore affiancata da niente meno che il Viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Riccardo Nencini, oltre al Sindaco Corvatta, il Vicensindaco Silenzi ed il Presidente del Consiglio Comunale Costamagna.

Poi stampa e autorità si sono spostati all'interno. Oltre agli assessori e a numerosi consiglieri comunali, erano presenti l'assessore regionale Sara Giannini, il Presidente della Provincia Macerata Antonio Pettinari, il Vice Prefetto Rosalia Mazza, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri Enzo Marinelli, il dirigente Commissariato Civitanova Malvestuto, il Comandante della Guardia di Finanza cap.Valerio Pica, il Comandante della Capitaneria di Porto T.V. Michele Grottoli, il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, il sindaco di Treia Franco Capponi, il sindaco di Corridonia Nelia Calvigioni, gli assessori dei Comuni limitrofi, l’Onorevole Luciano Agostini, il sen.Mario Morgoni, il Presidente del Coni Marche Fabio Sturani, il Presidente Regionale Federvolley Franco Brasili, il Rettore dell’Università di Camerino Flavio Corradini, la Presidente della Lube Simona Sileoni, Albino Massaccesi l’amministratore delegato della Lube, il D.S. Stefano Recine, Stefano Contin Direttore Medioleasing e numerosi rappresentanti di associazioni e società sportive cittadine.

La proiezione di due video (uno di Paolo Doppieri sui volti di Civitanova e l'altro con le foto delle varie fasi di costruzione del Palas), ha rotto il ghiaccio e ha dato il via agli interventi dei presenti, primo tra tutti il Sindaco Corvatta. 'Chi è stato con la testa bassa fino ad ora, comincia solo adesso a rendersi conto solo adesso di cosa è stato - dichiara il Tommaso Claudio Corvatta -. In Italia la maggior parte dei palazzetti sono stati realizzati tra gli anni '70 ed il 2000. Poi fino al 2009 non ne è stato costruito nessun altro. Dopo il 2009 in tutta Italia sono stati realizzati gli ultimi tre palace ed è con quelli che ovviamente ci confrontiamo. Il più simile al Palacivitanova è il palazzetto di Biella; ma per realizzarlo hanno impiegato più di due anni ed una spesa superiore'.

Poi rivolgendosi al Viceministro Nencini dichiara: 'Questo palazzetto è un vanto per l'Italia, quello che è successo qui è irripetibie. Ci abbiamo messo solo 135 giorni ed è costato 7.400.000 euro, ma di questa somma Civitanova ha dovuto versare solo 150.000 euro, circa 3,50 euro per ogi civitanovese. È ora che comincia il sogno!'.

In seguito a prendere la parola è Giuliano Ginnobili, presidente della società Palace. 'Più che un sogno per me, francamente, è stato un incubo... tante le difficoltà che ho dovuto affrontare. Ringrazio Banca marche, Credito sportivo, Medioleasing, la mia famiglia - che mi ha sopportato e supportato - e la Mattucci, con cui condivido un percorso da due anni'.

Il record di costruzione è stato sottolineato anche dall'assessore regionale Sara Giannini, che ha portato l'encomio del governatore Spacca. “E' emozionante stare qui – ha detto – a poco tempo da quando abbiamo inaugurato il centro commerciale Cuore Adriatico. Un plauso va a questa Amministrazione che ha dimostrato un altissimo senso di responsabilità portando a compimento un'eredità, con prontezza e serietà. E penso che sia importante – ha proseguito Giannini rivolgendosi al viceministro – che tutto questo arrivi dalle Marche, un segno positivo di come reagire alla crisi economica del Paese”.

Questo palas – ha commentato Silenzinasce da un'idea del sindaco Corvatta. Oggi si è concretizzato un sogno che il territorio provinciale rincorreva da più vent'anni, grazie a fattori fondamentali quali l'onestà di chi vi ha operato, la competenza amministrativa, la determinazione e la serietà della società che ha mantenuto gli impegni. Grazie a tutto ciò quella che poteva essere un'ennesima incompiuta è diventata un'opera emblema della buona sinergia tra pubblico e privato. Debbo ringraziare il segretario Piergiuseppe Mariotti, con il quale ho condiviso un’altra opera realizzata in tempi record come il ponte “ Sandro Pertini” di Villa Potenza, se oggi possiamo assistere a questo straordinario evento, motivo di orgoglio civitanovese per quanto riguarda lo sport e lo spettacolo. Il palazzetto è realizzato, bisogna guardare avanti, questa è la prestigiosa casa della Lube e di tutti i tifosi indistintamente”.

A testimoniare il giorno di festa per la comunità maceratese e marchigiana c'era Antonio Pettinari, arrivato dall'inaugurazione della superstrada tratto Bavareto-Colfiorito. “E' un piccolo miracolo di bellezza e concretezza – ha detto Pettinari – che saluto con orgoglio e gratitudine. E aggiungo una battuta da tifoso, eravamo proprio stanchi di peregrinare nelle varie strutture in occasione delle partite clou della nostra squadra. Grazie Civitanova”.

'Il palas è nato dall'idea di Corvatta, da un suo sogno - ha dichiarato Ivo Costamagna, Presidente del Consiglio Comunale -, ma questo è stato anche il mio sogno, già trenta anni fa, quando ero al mio primo mandato in qualità di sindaco. Sarà la perla della Lube, ma soprattutto uno spazio per i nostri giovani di cui non ci dobbiamo dimenticare e a cui dobbiamo trasmettere speranza e strutture tangibili per esprimersi nel loro avvenire. Ringrazio, tra gli altri già ricordati, i dirigenti comunali e lo staff dell'ufficio tecnico che hanno lavorato a questo che sarà il cuore di un intero comprensorio. E come tutti i cuori avrà bisogno di buone arterie - e qui mi rivolgo all'onorevole Nencini che ha la delega delle Infrastrutture e trasporti - affinché il governo possa collaborare nel dotare la zona di strade indispensabili.

E il Sottosegretario Nencini non ha fatto attendere la sua risposta. “Bella giornata oggi per le Marche, due inaugurazioni importanti in uno stesso giorno è raro trovarle oggi in Italia e fanno invidia a Paesi più floridi del nostro. Proprio stamattina – racconta il viceministro – ho scambiato alcuni messaggi con il Presidente del Consiglio e ho segnalato queste importanti strutture nelle Marche, ma non ho avuto il coraggio di riferire in quali temi record sono state realizzate, altrimenti mi avrebbe chiesto di esportare tecnici e costruttori a Roma!'.

'Sapete che noi italiani siamo bravissimi a darci la zappa sui piedi - prosegue il Viceministro -, portando in superficie le cose che non sappiamo fare, ma direi che bisogna anche fare l'elenco delle opere compiute nei tempi previsti e, in questo caso, anche un elenco di quelle terminate prima dei tempi previsti. E' bello inoltre stare nel tempio dei campioni italiani di volley, in una nuova Italia che non è più quella prettamente vocata al calcio, come in passato, ma in un'Italia delle province che emerge grazie a quelli che tempo fa erano sport minori e che ora, invece, arricchiscono il medagliere”.

Al termine degli interventi, il presidente Brasili e Simona Sileoni hanno consegnato al sindaco Tommaso Claudio Corvatta la bandiera nazionale della Fipav.

Ma la festa non finisce qui. Sabato 17 gennaio dalle 15,30, spazio alla grande festa per il pubblico (aperta a tutti) sostenuta dal main sponsor Cuore Adriatico. Sarà la volta quindi dei personaggi dello spettacolo, capitanati dalla madrina Claudia Andreatti, ex Miss Italia. Il pubblico potrà assistere all'esibizione di ginnastica artistica a cura dei ballerini della “Mens Sana” e alla proiezione di alcuni video sulla costruzione della struttura e dell'inedito corto su Civitanova firmato dal regista Paolo Doppieri. E ancora la musica del rapper Andrea Young, le incursioni di Filippo Roma delle Iene, lo show di Pier Massimo Macchini, la musica di Mark Zitti e i fratelli Coltelli, le performance di Marta Porrà e ci sarà anche un momento dedicato alla Lube. Alle 18 a prendere la parola sarà il sindaco di Civitanova Tommaso Claudio Corvatta insieme a chi ha reso possibile la realizzazione di questo grande sogno.


   

di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it











logoEV