counter

Civitanova: erano quasi in seicento per la nascita di Maometto. Un uomo inveisce contro il corteo

1' di lettura 11/01/2015 - Domenica mattina si sono radunati a Civitanova più di 500 musulmani, in particolare pakistani, provenienti dalle province di Macerata, Fermo, Ascoli, Ancona e persino da Roma, Abruzzo e Umbria per celebrare l'anniversario della nascita del profeta Maometto. La ricorrenza, che segue il calendario lunare ed era già stata celebrata lo scorso anno, ha scatenato l'accesa opposizione di qualcuno.

Il corteo si è riunito nel piazzale del distributore Agip del quartiere San Marone, ma prima di partire per la processione è stato interrotto da un uomo che è sceso da una Smart e ha iniziato ad inveire contro i presenti facendo riferimento ai tragici fatti di Parigi degli scorsi giorni.

Sono prontamente intervenuti gli agenti di Polizia presenti sul posto che hanno condotto l'uomo presso il Commissariato. Si tratta di un 39enne originario del Nord Italia, senza fissa dimora e già noto per episodi simili. L'esagitato era anche privo della patente di guida, che gli era stata revocata, motivo per il quale è stato sanzionato.

In seguito a questo spiacevole episodio non si sono registrati altri disordini e la lunga sfilata ha preso regolare avvio, tra le invocazioni dell'imam e i colori pittoreschi degli abiti degli uomini e dei bambini presenti. Un momento di coesione ed un forte inno alla pace, come hanno dichiarato gli imam presenti.


   

di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2015 alle 19:18 sul giornale del 12 gennaio 2015 - 1724 letture

In questo articolo si parla di cronaca, corteo, imam, articolo, Arianna Baccani, nascita maometto, corano, islam, islamici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/adRD





logoEV
logoEV