counter

San Benedetto: migliorano le condizioni del ventenne albanese complice delle recenti rapine

Pronto Soccorso San Benedetto del Tronto 1' di lettura 08/01/2015 - Uno dei tre banditi arrestato al termine della spaventosa fuga dello scorso 6 gennaio, rimasto ferito nell'impatto tra la bmw ed un muro a Porto D'Ascoli, al termine dell'inseguimento con gli agenti della polizia e dei carabinieri, era stato trasferito al Torrette di Ancona per alcuni controlli quindi riportato nuovamente al Madonna del Soccorso di San Benedetto dove, nella giornata di giovedì 8 dicembre è uscito per essere trasferito al carcere di Marino del Tronto.

Quì venerdì 9 dicembre il giudice effettuerà l’interrogatorio di garanzia per la convalida dell’arresto del giovane albanese, restìo al momento a qualsiasi collaborazione per scovare l' ìidentità degli altri due compllici che martedì scorso hanno seminato il panino lungo le strade della riviera.

La Questura di Ascoli ha nel frattempo diramato l'ordine di ricerche su tutto il territorio nazionale per i due banditi fuggiti e le ricerche, oltre che sull'area del Piceno dove i due hanno fatto perdere le proprie tracce, si stanno concentrando anche nei territori regionali limitrofi vale a dire Abruzzo, Umbria e Lazio.

Gli investigatori mantengono il massimo riserbo sulle indagini ma avrebbero numerosi elementi in mano che potrebbero portarli a conoscere i loro recenti movimenti.






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2015 alle 22:31 sul giornale del 09 gennaio 2015 - 1508 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alessia Rossi, articolo, pronto soccorso San Benedetto del tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/adLN





logoEV