Ancona: botte all'ex e coltellate all'amico. Arrestato 21enne

Polizia 2' di lettura 29/12/2014 - Botte all'ex e coltellate all'amico. Tragedia sfiorata ad Ancona. A finire nei guai un 21enne. Ora per lui si aprono le porte del carcere.

Nella notte a cavallo tra domenica e lunedì gli Agenti delle Volanti della Questura di Ancona hanno proceduto all'arresto di un 21enne di origini slave, residente ad Ancona per sequestro di persona, atti persecutori, lesioni aggravate, evasione e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Erano le 00.30 circa quando la centrale operativa 113 della Questura riceveva una segnalazione da parte dei genitori di una ragazza anconetana che, rincasando, avevano notato chiari segni di colluttazione e tracce di sangue all'interno della loro abitazione sita nel quartiere Q1 di Ancona e l'assenza della loro figlia. Gli Agenti, diretti dal Vice Questore Aggiunto Cinzia Nicolini, si ponevano alla ricerca della ragazza e, fatti i primi immediati accertamenti sulle persone coinvolte nella vicenda, si portavano nella zona del centro storico di Ancona dove rintracciavano la ragazza che mostrava sul viso i segni delle percosse subite dall'ex fidanzato. La giovane donna inoltre era visibilmente scossa e piangeva per l'accaduto.

L'uomo, già agli arresti domiciliari per atti persecutori nei confronti della ex, ha preso un taxi verso l'abitazione di lei per poi entrare dopo la minaccia di sfondare la porta. E' qui che il 21enne trovando un'altro giovane a difendere la ex lo ha picchiato e poi accoltellato, con coltello da cucina trovato in casa, con più fendenti ai glutei causandogli fortunatamente solo ferite di lieve entità. Ma non ancora pago, dopo aver percosso anche la giovane sotto minaccia del coltello, il 21enne costringeva la ragazza a seguirlo presso la propria abitazione dove tentava la riappacificazione, ma soprattutto di farla tornare insieme a lui.

Ma per lui nulla da fare dopo l'intervento delle "pantere" che mettevano la parola fine alla vicenda con l'arresto del 21enne per i gravissimi reati commessi di cui dovrà rispondere all'A.G. in stato di detenzione carceraria.






Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2014 alle 16:18 sul giornale del 30 dicembre 2014 - 1425 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adsm





logoEV