counter

Zinni sulla Proposta di Legge Finanziaria e Bilancio Regione Marche

Giovanni Zinni 1' di lettura 18/12/2014 - Quando ho ricevuto la copia della Proposta di Legge Finanziaria e Bilancio Regione Marche da parte della Giunta - dice Giovanni Zinni, Consigliere regionale Fratelli d'Italia- AN e relatore di minoranza - ho pensato fosse uno scherzo.

Tutte le principali leggi quadro e il 90% delle leggi in generale non sono finanziate e non prevedono impegni di spesa (Tab A) e l'elenco degli interventi mirati (Tab C) è pressoché scomparso.

L'Assessore Marcolini ha presentato in Commissione un atto quasi tecnico raccontandoci malinconicamente che è impossibile poter fare di più oggi perché la legge di stabilità non è ancora stata approvata dal Parlamento e, pertanto, non si sa ancora se si potranno implementare i capitoli delle entrate. Posto in essere che appartengo ad un partito, FDI-AN, che sostiene l'abolizione delle Regioni o, almeno, il trasferimento della gestione della Sanità allo Stato lasciandone alle Regioni l'indirizzo e la programmazione, ritengo che la proposta di legge di stabilità voluta dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi sia una follia.

Togliere tutte le risorse alle Regioni per milioni e milioni di euro, in particolare alle Marche, senza avere il coraggio di abolirle è un atto irresponsabile che produce danni gravissimi nel territorio in materia di sanità, servizi sociali, lavoro, attività produttive, ambiente, turismo ecc.... Tutto questo perché ce lo chiede l'Europa o perché vuole farsi bello per andare ad elezioni anticipate? In entrambi i casi si vergogni!


da Giovanni Zinni (AN-FDI)
Consigliere Regionale Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2014 alle 17:35 sul giornale del 19 dicembre 2014 - 1049 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, pdl, giovanni zinni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac0o





logoEV
logoEV