counter

Coldiretti: l'agrinido fa scuola a Brussels, Francesca Gironi racconta l'esperienza marchigiana

1' di lettura 17/12/2014 - Al Museo diocesano torna un nuovo appuntamento per vivere il Natale all’insegna dell’arte. Sabato 20 dicembre, alle ore 18:00, sarà presentata la conferenza “Gloria in excelsis deo. La nascita di Cristo nell’arte” a cura della dott.ssa Giulia Giulianelli.

Dalle prime immagini nelle catacombe romane, fino alle moderne interpretazioni, un itinerario volto alla scoperta dell’iconografia della nascita di Cristo, evento cardine della fede cristiana, ma narrato in maniera estremamente succinta dai Vangeli.

Le rappresentazioni della Natività, che solo a prima vista sembrano tutte uguali, sono in realtà caratterizzate da una grande varietà di soluzioni che si susseguono nel corso dei secoli, e ad ogni cambiamento iconografico corrisponde un preciso significato simbolico. Numerosi pertanto sono gli interrogativi da porsi e a cui trovare una risposta, ad esempio: dove nasce Gesù, in una grotta o in una capanna? Era adagiato in una mangiatoia, sulla nuda terra o sopra la paglia? E ancora, perché l’asino e il bue, che non sono citati nei Vangeli, trovano sempre posto nelle Natività? Perché i Magi sono tre e raffigurati come re, mentre nei Vangeli non ne viene precisato il numero e nulla si dice sulla loro regalità?

Quella di sabato sarà l’occasione per scoprire l’origine e i significati reconditi che si celano dietro a una delle rappresentazioni più comuni e note della storia dell’arte.

L’ingresso è gratuito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2014 alle 16:48 sul giornale del 18 dicembre 2014 - 871 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, Museo diocesano di Jesi, natività

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac5Q





logoEV
logoEV