counter

Sciopero nazionale Cisl del lavoro pubblico, 'Adesione significativa'

1' di lettura 01/12/2014 - Nelle Marche adesione tra il 12,5 e il 15%, allo sciopero nazionale del lavoro pubblico indetto dalla Cisl per l’intera giornata di lunedì,1 dicembre, nonostante l’obbligo di garantire i servizi essenziali sia stato assolto e nelle scuole siano stati pochi i giorni per poter avvisare le famiglie del disservizio scolastico. Il video e gallery foto.

Ad Ancona fermo il blocco operatorio del Salesi, dove sono state garantite solo le urgenze. Oltre 200 i lavoratori dei comparti sanità, enti locali, enti centralizzati, scuola, università, presenti stamane al sit- in sotto la Prefettura di Ancona.

Nel corso della manifestazione i sindacati di categoria hanno annunciato il deposito di un ricorso giudiziale contro il blocco della contrattazione, che perdura ormai da 6 anni, affinché la Corte Costituzionale si pronunci sulla inammissibilità di tale misura.

Nella mattinata i segretari generali della Cisl Scuola, della Fp Cisl e della Cisl Università sono stati ricevuti dal Prefetto Vicario, dott. Paolo de Biagi e dalla dott.ssa Angela Buzzanca, Capo Gabinetto della Prefettura che ascoltate le ragioni dello sciopero e le richieste del sindacato, si faranno carico di portare all’attenzione della Presidenza del Consiglio, del Ministero dell’Interno e del Ministero dell’Economia i disagi e le preoccupazioni che stanno vivendo i lavoratori pubblici.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2014 alle 16:30 sul giornale del 02 dicembre 2014 - 1102 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, sciopero, salesi, cisl marche, lavoro pubblico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ackm





logoEV
logoEV