counter

Zinni sulla modifica dello statuto, 'E' un proveddimento salva poltrone'

Giovanni Zinni 1' di lettura 29/10/2014 - La modifica dello Statuto - dice il Consigliere Regionale FDI AN Giovanni Zinni - che consentirà di avere tutti e sei gli assessori esterni non eletti è un proveddimento salva poltrone!

Il PD presuntuoso di vincere le elezioni regionali, senza alcun rispetto degli elettori che andranno a votare e in barba alla democrazia, pensa di aver già recuperato sei poltrone per i futuri trombati, magari anche fra i piccoli alleati. Ma non solo: quale miglior casus belli per rottamare il presidente Spacca se non quello di indurlo a fare un rimpasto dopo la seconda lettura, magari dopo aver cacciato un paio di assessori sin da subito?

Il PD cerca di fare la vittima con Spacca ma è il suo carnefice: in questi anni la maggioranza non è mai stata compatta e la Regione, fra indagini di vario tipo e calo di risorse statali, ha anche annaspato nell'attività legislativa, senfa fare provvedimenti degni di nota e mantenendo i vizi e gli sprechi come la mobilità passiva sanitaria per 40 milioni di euro. E' una legislatura già finita e morta. Peccato stia finendo fra il ridicolo ed il disdicevole per colpa del PD. L'aula ieri sembrava il congresso del Partito Democratico...Comi & c. si diano una regolata.


   

da Giovanni Zinni (AN-FDI)
Consigliere Regionale Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2014 alle 16:40 sul giornale del 30 ottobre 2014 - 971 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, giovanni zinni, modifica dello statuto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aaK6