counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Grottammare: Casa di Alice, una galleria degli orrori nella sentenza del Pubblico Ministero

1' di lettura
1186

Video Casa di Alice

A distanza di qualche giorno torniamo a parlare dei fatti relativi alla Casa di Alice di Grottammare. In particolare prendendo in considerazione le motivazioni della sentenza depositata del rinvio a giudizio dei cinque operatori della struttura che si occupa dell’assistenza dei disabili.

Nel Decreto di giudizio immediato Art. 455,456 c.c.p. del Tribunale di Fermo si legge una vera e propria sequenza di orrori verificatisi all’interno della struttura che indubbiamente lasciano sgomenti tanto più se si considerano le condizioni dei ragazzi assistiti.

Gli atti che vengono ascritti ai cinque imputati sono molto gravi. Si parla di “ripetute violenze fisiche e psicologiche, maltrattamenti, segregazioni nella stanza di contenimento senza vigilanza” senza che i ragazzi manifestassero comportamenti aggressivi.

Non si può che rabbrividire leggendo la descrizione delle specifiche e ripetute azioni di violenza nei confronti dei minori che non hanno mai avuto la possibilità di difendersi.

La stessa Procura ha basato il suo rapporto e la richiesta di giudizio immediato per i reati elencati su videoriprese, verbali di informazioni testimoniali, relazioni della Polizia giudiziaria nonché consulenze tecniche e interrogatori degli imputati.

Questi sono i fatti decritti dal Pubblico Ministero Domenica Seccia e accolti dal Gip Marcello Cozzolino L’udienza dibattimentale è fissata per il 21gennaio 2015 al Tribunale Fermo.

Non resta che aspettare quelle che saranno le fasi del processo, fermo restando quanta amarezza e rabbia ha generato la vicenda a genitori, familiari e tanti altri ancora.



Video Casa di Alice

Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2014 alle 23:24 sul giornale del 27 ottobre 2014 - 1186 letture