counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Direzione PD Marche: Comi apre la seconda fase, al lavoro per costruire il programma

4' di lettura
1153

Un’unità di fatto e capillare, che tenga insieme l’intero territorio della regione. È quella invocata dal Segretario regionale del Partito Democratico, Francesco Comi, di fronte ai componenti della Segreteria e della Direzione del PD Marche, riunitisi venerdì pomeriggio nella sede regionale della Cna, ad Ancona.

Un incontro proficuo, allargato per la prima volta da trentacinque a quarantacinque partecipanti, con il coinvolgimento dei nuovi dieci componenti della Direzione regionale, rappresentanti del nord e del sud delle Marche. Componenti il cui ingresso ufficiale è stato sancito sabato scorso, in occasione dell’Assemblea regionale del partito. E proprio in nome della ritrovata unità ha aperto il suo intervento il Segretario Comi.

“Sono contento ed orgoglioso della nuova Segreteria e delle disponibilità ricevute. Ricordiamoci che l'unità non è il fine, ma lo strumento. È la strada per lavorare insieme, per essere migliori, più forti, per lavorare tutti nella stessa direzione. In quest’ottica – ha dichiarato Comi – auspico che in tutte le federazioni si lavori per raggiungere lo stesso obiettivo. In molte federazioni siamo ancora indietro. Questo ritardo non ci è utile. Ogni federazione deve lavorare integrando, e non emarginando, le differenze. Dal confronto ne possiamo uscire solo più forti”. Dal Segretario anche una forte spinta all’impegno comune. “Siamo una grande forza politica. Abbiamo di fronte grandi responsabilità e forti aspettative. Nessuno di noi può pensare di limitarsi ad essere spettatore o giudice in questo percorso. Non sarebbe giusto. Tutti – ha sottolineato Comi – dobbiamo sentirci attori protagonisti, corresponsabili. In tanti ci osservano ed in troppi, oramai, stremati dal tempo e dalla loro inadeguatezza, confidano solo nel nostro fallimento o nelle nostre debolezze. Dimostriamo loro di essere, oltre che un grande partito, anche un grande gruppo dirigente, coraggioso, attento, sensibile, capace di elaborare, sperimentare, costruire. Superiamo insieme le resistenze ideologiche, conservative, campanilistiche, correntizie, egoistiche, per cambiare davvero”.

Nella riunione, condivisa anche la road map tracciata dalla Segreteria regionale del PD Marche. “Il percorso del PD è chiaro e non ha ambiguità – ha marcato il Segretario regionale –. Il gruppo dirigente tutto è impegnato in un crono-programma intenso e serio che ha un obiettivo ambizioso: costruire una proposta di contenuti, di merito, di cambiamento, per il futuro governo regionale”. Scandite dal Segretario le tappe del percorso stabilito. Settembre è stato il mese dedicato alla costruzione dell’unità del gruppo dirigente. “Era questo un obiettivo doveroso e auspicato – ha detto Comi – del quale dovremmo essere soddisfatti. Senza riserve o dubbi”. Sempre a settembre sono stati incontrati gli iscritti, i simpatizzanti, gli amministratori, le categorie sociali per ascoltare i loro pareri e le loro opinioni.

Così il Segretario: “È stato un viaggio vero, autentico, che ci ha arricchiti, cambiati. Siamo usciti da questo percorso nella comunità marchigiana diversi e più forti, più consapevoli”. Il mese di ottobre vede, invece, il PD Marche impegnato ad elaborare una proposta seria e qualificata di governo, capace di fare ancora delle Marche ‘la terra delle opportunità’. Il Segretario, la Segreteria, i Gruppi di lavoro hanno dato il proprio meditato contributo, che sarà arricchito dalle opinioni della Direzione e dell'Assemblea regionale. La fase di costruzione del programma si concluderà la prima settimana di novembre, con un’intera giornata seminariale di studio e approfondimento. “L’impresa del cambiamento”, questo il titolo dell’iniziativa, a testimonianza dell'impegno, dello sforzo collettivo ad elaborare e progettare azioni concrete per il futuro dei marchigiani. Dieci tavoli, aperti a tutti, in cui discutere e approfondire le dieci azioni programmatiche illustrate dal Segretario durante la scorsa Assemblea. Il mese di novembre, quindi, sarà dedicato alla ridefinizione dei confini della coalizione, all’individuazione della candidatura unitaria e a al contatto con gli amministratori. A dicembre le eventuali primarie. “Un percorso chiaro, senza equivoci o interpretazioni”, ha ribadito Comi. Una discussione, quella avviata nella Direzione odierna, che coinvolge in prima persona tutto il gruppo dirigente del PD Marche. Molti gli interventi susseguitisi e tanti quelli ancora in programma. La Direzione, quindi, proprio per ascoltare e accogliere tutti i contributi, è aggiornata a giovedì prossimo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2014 alle 21:04 sul giornale del 25 ottobre 2014 - 1153 letture