counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Calcio: l'Ascoli sfida il Pisa nel ricordo di Reno Filippini

3' di lettura
1559

Ascoli e Pisa. Il tanto atteso match di andata tra le due squadre che, a detta di tutti gli addetti ai lavori, dovrebbero giocarsi sino all'ultimo respiro il primo posto in classifica, è finalmente arrivato.

A dire la verità, entrambi i team hanno avuto modo di capire quanto sia difficile vivere una stagione da protagonisti assoluti e di conseguenza, almeno ad oggi, la lotta per la vetta sembra essersi allargata anche ad altri club.

Fatto sta che questa non sarà una gara come tutte le altre. Due società storiche che hanno scritto pagine importanti di calcio nazionale grazie alla caparbietà di presidenti sanguigni come Costantino Rozzi e Romeo Anconetani, due cittadine nelle quali si respira pallone 24 ore su 24, due realtà che meriterebbero altri palcoscenici ma che si ritrovano a lottare nell'inferno della Lega Pro.

Di certo c'è che il risultato al 90° non comprometterà o agevolerà sensibilmente il cammino di nessuna delle due ma, al di là di questo, vincere una partita del genere avrebbe il suo fascino e la sua importanza.
Il Picchio potrà contare sul sostegno incondizionato di almeno 7.000 sostenitori che riempiranno i settori caldi del tifo, mentre dalla Toscana raggiungeranno il Piceno soltanto poche decine di supporters, dato che i gruppi portanti hanno deciso di non sottoscrivere la tanto chiacchierata tessera.

Prima del fischio d'inizio gli ultras, in occasione del 26° anniversario della morte di Reno Filippini per mano interista, deporranno sulla sua lapide un mazzo di fiori.
Ascoli e Pisa si presenteranno al Del Duca con degli stati d'animo diversi, dovuti entrambi alla "zona Cesarini" della 7a giornata di campionato. Mentre i bianconeri, infatti, nei minuti finali a Savona hanno fatto bottino pieno grazie all'ennesima rete dell'ex nerazzurro Perez, i toscani sono stati agguantati dal Pontedera sull'1-1, con un pareggio che sa di beffa.
Ecco l'elenco completo dei convocati: Addae, Altinier, Avogadri, Bangal, Berrettoni, Carpani, Chiricò, Cinaglia, Cristiano Rossi, Giovannini, Gualdi, Lanni, Mengoni, Mori, Mustacchio, Pelagatti, Perez, Pirrone, Ragni, Ruggiero.
Mister Petrone, come da copione, schiererà il tanto amato 4-2-3-1: Lanni difenderà la porta bianconera, blocco arretrato composto da Mori e Mengoni in mezzo, Avogadri e Rossi ai lati, Pirrone e Addae a formare la linea mediana coadiuvati da Chiricò, Berrettoni e Mustacchio, a spalleggiare l'unica punta Perez.

Arbitrerà la gara il Sig. Valerio Marini della sezione di Roma 1, ad assisterlo saranno Ilie Rizzato di Rovigo e Francesco Rossini di Padova.
Secondo le quotazioni Paddy Power padroni di casa leggermente favoriti. La vittoria dell'Ascoli infatti è quotata 2.30, il segno X 3, 2.80 il colpo esterno del Pisa.

Per conoscere meglio gli avversari clicca qui!

Foto gentilmente concessa da Giulio Spinucci.




Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2014 alle 21:22 sul giornale del 10 ottobre 2014 - 1559 letture