counter

Ancona: sciacallaggio sulla tragedia di Collemarino. Facebook si divide

1' di lettura 19/08/2014 - E' sciacallaggio sui social a soli due giorni dalla tragedia che ha sconvolto un'intera comunità, quella di Collemarino. Ed ora sull'onda delle forti emozioni scatenate su un noto social il popolo di Facebook si divide.

Cinque coltellate quelle inflitte alla figlioletta dal papà Luca Giustini, questo l'esito dell'autopsia sul copricino della vittima. Fendenti tutti diretti agli organi vitali, cuore e polmoni, che non hanno lasciato scampo alla piccola Alessia che indifesa dormiva nella culla. Un'accusa, quella di omicidio volontario, che si aggrava per parentela.

Le indagini continuano per arrivare alle motivazioni di un tale gesto si passa al setaccio tutto persino i social network. Ma di molte ipotesi - tra queste il presunto interesse su spiritismo e paranormale del Giustini - gli inquirenti le definiscono pure fantasie. Si raccolgono ancora oggi elementi utili, ma con le bocche cucite. Tra questi quelli più significativi potrebbero essere raccolti nell'interrogatorio secretato della moglie.

Ed intanto spuntano pagine Facebook create da veri sciacalli del web falsamente attribute al 34enne anconetano e sul terribile omicidio di Collemarino. Mentre l'uomo si trova tutt'ora in Ospedale guardato a vista dai Carabinieri. Pagine che richiamano l'attenzione sul presunto video dell'assassinio della piccola Alessia. Un linciaggio pubblico da social nei confronti del macchinista delle Ferrovie, ma c'è anche chi, in mezzo al caos, chiede che possano essere chiuse al più presto, per evitare che nessuno speculi su questa immane tragedia.








Questo è un articolo pubblicato il 19-08-2014 alle 18:13 sul giornale del 20 agosto 2014 - 2740 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/8If





logoEV
logoEV