counter

Porto Recanati: acque inquinate, bagnanti finiti all'ospedale e tante polemiche

Escherichia Coli 1' di lettura 18/08/2014 - A causa del forte maltempo di giovedì 14, una certa quantità di liquami inquinanti raccolti dal fosso Bellaluce si sono riversati in mare. In seguito sono stati circa una decina i bagnanti finiti al pronto soccorso durante il ponte di Ferragosto per gli effetti dell'Escherichia Coli.

Ciò che più ha fatto infuriare portorecanatesi e turisti, è stato il ritardo con cui è stato lanciato il divieto di balneazione dell'area nei pressi della foce del fiume Fiumarella. Il comune, infatti, ha pubblicato l'ordinanza che vietava la balneazione venerdì 15, ma i cartelli in spiaggia sono stati affissi solo sabato 16.

Le analisi effettuate dall'Arpam rilevavano un'eccessiva presenza di Escherichia Coli, un batterio che causa forti disturbi intestinali. Ad ora sembra che la situazione delle acque stia migliorando: si attende solo che le nuove analisi dell'Arpam rivelino la possibilità di revocare il divieto di balneazione in tutta sicurezza per i bagnanti.


   

di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2014 alle 13:19 sul giornale del 19 agosto 2014 - 1890 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto recanati, acqua contaminata, divieto di balneazione, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/8Eq





logoEV
logoEV