Recanati: i Vigili del Fuoco intervengono ancora al silos della Gfl

Vigili del fuoco 1' di lettura 07/08/2014 - Lo stesso silos posto sotto sequestro per l'incendio del 18 giugno scorso torna a far preoccupare per l'ennesimo principio d'incendio. Del fumo che si alzava dalla segatura ha fatto scattare l'intervento dei pompieri.

È possibile che a causare questo nuovo principio d'incendio sia stato lo stesso incendio del 18 giugno in cui rimase gravemente ferito il pompiere 45enne Torreggiani (da poco trasferito a S.Stefano): infatti, nonostante le notevoli quantità di acqua che hanno irrorato il silos per ore, può succedere che le fiamme covino anche per intere settimane, per poi riaccendersi. Questo è quanto pare sia accaduto mercoledì 6 agosto poco dopo le 13:00.

Solo il giorno prima erano stati effettuati dei controlli alla struttura - ancora sotto sequestro - in cui erano presenti il magistrato Rosanna Buccini, titolare delle indagini; il prof. Luca Marmo, perito della Procura della Repubblica di Macerata; erano presenti anche esperti del corpo dei Vigili del Fuoco e i legali degli indagati: Olindo Dionisi e Fabrizio Giustozzi per il caposquadra, e Roberto Acquaroli per il titolare della Gfl.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2014 alle 10:50 sul giornale del 08 agosto 2014 - 1356 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, recanati, indagini, Silos, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8iD





logoEV