counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Zinni: chiarezza nel centro destra marchigiano, il futuro non è con Spacca

2' di lettura
1393

zinni

Credo che sarebbe opportuno - dice il Consigliere Regionale e Dirigente Nazionale di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale Giovanni Zinni - fare un po' di chiarezza nella potenziale coalizione di centrodestra delle Marche per le prossime elezioni regionali.

Le recenti dichiarazioni di alcuni Consiglieri Regionali di NCD e FI non mi fanno ben comprendere il quadro. Io auspico innanzitutto, in piena sintonia con le parole di Giorgia Meloni e Gianni Alemanno dopo che la proposta nazionale di Primarie di FDI AN è stata sottoscritta da NCD, FI, Lega, che si facciano le elezioni primarie per la scelta del candidato a Governatore della Regione e della LINEA POLITICA di tutte quelle forze alternative all'attuale maggioranza di Spacca e del PD.

La partecipazione degli elettori e la chiarezza di programma e di percorso è una condizione imprescindibile per provare a ricostruire una coalizione di centrodestra credibile che oggi non c'è più. E non credo che il futuro passi da un'ipotesi di dialogo con il Governatore Spacca quale candidato contro il PD. Se Marche 2020 e PD litigano cosa vuol dire? Qualcuno immagina di candidare Spacca a Governatore nel caso lo stesso rompa con il PD? Non scherziamo: una delle accuse che vengono fatte al centrodestra in questi anni nelle Marche è di non aver mai cercato di vincere. Da questa confusione trae beneficio solo il Movimento Cinque Stelle.

Il futuro del centrodestra non può passare da chi ha governato male con la sinistra. Si abbia il coraggio di sedersi intorno ad un tavolo e di scrivere il documento base per fare le primarie. Altrimenti proporrò al mio partito di andare da soli alle regionali: non bisogna mai più dare la sensazione ai cittadini che vengano prima le poltrone dei programmi di governo. E mai rassegnarsi: una coalizione alternativa a Spacca e al PD può vincere nelle Marche. Ma dobbiamo ripartire dal territorio e dalla partecipazione sin da subito. Se no è persa un'altra volta."



zinni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2014 alle 18:26 sul giornale del 11 luglio 2014 - 1393 letture