counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Autodemolizione e gestione rifiuti pericolosi. Scattano le denunce in tutte le Marche

2' di lettura
1008

emilio guerrini

Furti di rame e metalli, la polizia giudiziaria di Ancona denuncia 15 persone. Nè mancano denunce nel settore dell'autodemolizione e gestione rifiuti pericolosi.

Il comandante del compartimento polizia stradale delle marche, Emilio Guerrini, ha coordinato le varie squadre di polizia giudiziaria in una vasta attività volta alla verifica delle attività abusive di autodemolizione, nonchè la gestione irregolare dei rifiuti pericolosi. Un'attività di indagine svolta in tutte le province marchigiane dove sono stati controllati numerosi autodemolitori. Riscontrate olre 30 infrazioni da cui sono scaturite numerose denunce.

Nuumerose le irregolarità emerse da un controllo dei veicoli ricevuti per la demolizione, ma che di fatto venivano rimessi nel mercato nazionale ed estero all’isaputa degli ex proprietari che avevano commissionato la distruzione del mezzo. Nè sono mancate numerose falsificazioni sia nei registri che nei documenti dei veicoli.

Dai controlli emergevano anche numerose violazioni in materia ambientale: la provincia di Ancona è risultata la più attenta e solo in un caso sono state riscontrate violazioni alle prescrizioni imposte dalla provincia. Diverso il risultato per le altre provincie marchigiane dove gli uomini della stradale hanno sanzionato e denunciato il titolare di un impianto di recupero rifiuti speciali nel territorio del fermano, il quale riceveva rifiuti speciali pericolosi come veicoli e parti di essi, senza autorizzazione. Lo stesso per lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi: sprovvisto dell'iscrizione all’albo nazionale dei gestori ambientali.

Diversi, inoltre, i controlli sono anche scaturiti nei confronti dei raccoglitori di ferro, eseguiti in particolar modo dalle numerose denunce pervenute per i furti di rame e altro metallo, verificatesi in principal modo all’interno di cantieri edili e stradali. In particolare, la squadra di polizia giudiziaria di Ancona, ha individuato un gruppo di cittadini rumeni, denunciando 15 persone. L'accusa per loro è "associazione a delinquere finalizzata al furto di materiale ferroso".





emilio guerrini

Questo è un articolo pubblicato il 07-07-2014 alle 17:20 sul giornale del 08 luglio 2014 - 1008 letture