Ciccioli (Fratelli d'Italia-An), 'Prima una seria autocritica del centro destra, poi un forte progetto per le Marche'

Carlo Ciccioli 2' di lettura 19/06/2014 - Si è riunito ieri il coordinamento regionale con gli aderenti al gruppo consiliare Marche di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale per valutare i risultati elettorali delle elezioni europee e guardare alla scadenza delle prossime regionali della primavera del 2015.

L’analisi del voto di FDI-AN nelle Marche è sicuramente positiva, perché c’è stato un sostanziale raddoppio dei voti rispetto alle politiche 2013 e con il 4,10% siamo la quarta forza politica marchigiana, davanti percentualmente sia alla lista di sinistra Tsipras che al Nuovo Centro Destra marchigiano (3,7%) che alla Lega (2,7%). Ma soprattutto c’è stato un forte aumento del radicamento sul territorio e numerose nuove adesioni che produrranno risultati alle prossime consultazioni: in particolare la vittoria del nostro candidato sindaco Francesco Acquaroli a Potenza Picena, la conquista di due consiglieri comunali al Comune di Ascoli Piceno e decine di consiglieri comunali ed assessori in piccoli e grandi paesi.

Per quanto riguarda il dibattito politico e l’area alternativa al governo attuale delle Marche, Fratelli d’Italia - Alleanza Nazionale sostiene che bisogna partire da una seria autocritica sull’insufficienza del centrodestra marchigiano a svolgere un ruolo di opposizione efficace al governo di centrosinistra, che praticamente gioca in campo da solo. Va capito perché non sono state definite proposte alternative alla cattiva gestione della Giunta Spacca e alla sua incapacità a risolvere i problemi delle Marche a cominciare dalla sofferenza della piccola e media impresa, dalla disoccupazione dilagante generata dalla crisi di alcune grandi aziende e del loro indotto, dalla mancata politica di valorizzazione turistica dei beni ambientali e culturali dei nostri territori, per finire alla sanità marchigiana sempre più oggetto di una strategia diretta alla sua privatizzazione.

Occorre perciò partire da un tavolo di lavoro per mettere a punto un grande progetto innovativo ed attrattivo per le Marche che aggreghi, alternativo alla politica fatta di soli annunci e slogan dell’attuale governo regionale, ma purtroppo fin qui premiata dagli elettori. Tale tavolo deve prevedere scelte condivise e primarie aperte per l’individuazione del candidato alla Presidenza della Regione, perché non è accettabile che un progetto politico di coalizione si basi solo sulle decisioni personali di alcuni esponenti del centrodestra.


da Carlo Ciccioli
Portavoce regionale Fratelli d'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2014 alle 18:03 sul giornale del 20 giugno 2014 - 1078 letture

In questo articolo si parla di carlo ciccioli, politica, fratelli d'italia, allenanza nazionale, portavoce nazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/57Z





logoEV