counter

Finanziamenti per l’impiantistica, la Giunta regionale incontra il Coni per risolvere il problema

7' di lettura 28/05/2014 - Recuperare finanziamenti per l’impiantistica, risolvere il problema delle visite mediche e dei defibrillatori, avviare l’iniziativa del passaporto ematochimico e sostenere l’attività fisica sociale in funzione della prevenzione sanitaria e della longevità attiva.

Sono le principali questioni trattate nel corso dell’incontro tra la giunta regionale presieduta dal presidente della Regione Gian Mario Spacca e la giunta del Coni Marche guidata dal suo presidente Fabio Sturani.

“E’ stato un incontro molto concreto – ha commentato Spacca -. Le richieste avanzate dal Coni sono corrette e verranno incrociate nella costruzione della programmazione regionale ed europea e anche nella collaborazione con gli istituti di credito. Siamo in perfetta sintonia sulla funzione sociale dell’attività fisica perché riteniamo lo sport un importante elemento di coesione per la comunità. Lo sport inoltre, va interpretato in una logica nuova in cui la prevenzione non è solo funzionale al benessere della persona, ma anche al risparmio delle risorse destinate al welfare. Investire sugli stili di vita e la cultura dell’attività fisica è dunque doppiamente importante. La Regione è sensibile da tempo a questi temi e per questo motivo ha dato vita insieme al Ministero della Salute al network di Italia Longeva. Infine, ma non meno importante, va ricordato che lo sport è anche un volano per l’attrattività del nostro territorio e di conseguenza del turismo”.

"L'incontro fra Coni Marche e giunta regionale – ha commentato Sturani - il primo di questo genere e per il quale ringraziamo il Presidente e tutta la giunta, è stato molto importante e proficuo. C'è sintonia su molti punti, a partire dal l'importanza dello sport come strumento di crescita sociale ed economica, anche se non abbiamo mancato di sottolineare alcune criticità: in particolare, sulla effettiva gratuità dei certificati di idoneità agonistica per i minorenni e sui finanziamenti per gli impianti sportivi c'è ancora molto da fare. Su questi temi le risposte della giunta sono state significative e gli impegni seri: come Coni verificheremo già dalle prossime settimane gli atti concreti che ne seguiranno".

Di seguito i temi trattati:

FINANZIAMENTI SULL’IMPIANTISTICA SPORTIVA

Nel 2013, con la collaborazione del Coni stesso, è stata avviata un’azione di monitoraggio che, attraverso il coinvolgimento degli Enti Locali (in particolare dei Comuni), consentirà:

- la conoscenza capillare della dotazione impiantistica esistente, indispensabile per poter decidere le priorità di intervento anche in una dimensioni intercomunale;

- di avviare la programmazione di area vasta degli impianti sportivi, nell’ambito della quale saranno valutate anche le priorità per gli interventi volti alla riqualificazione e messa a norma. Per tale programmazione sarà necessario reperire risorse in ambito regionale.

Particolare attenzione viene rivolta alla gestione dell’ex bando ministeriale sull’impiantistica sportiva ai sensi del DL 22 giugno 2012, n. 83 per il quale anche la Commissione Sport della Conferenza delle Regioni del 27 marzo si è espressa nel senso della necessità di trattare con il Governo una ripartizione del fondo a favore delle Regioni (ca. 18 milioni di euro). Il Presidente della Conferenza delle Regioni ha già chiesto al Governo un incontro per esaminare la questione con nota del 26 marzo 2014.

Per quanto attiene poi alla programmazione dei fondi comunitari 2014-2020, risorse a favore dell’impiantistica sportiva potranno arrivare solo dal miglioramento dell’efficienza energetica degli impianti di proprietà degli enti pubblici (Comuni).

Infine sarà sottoscritta una specifica convenzione con l’Istituto di Credito sportivo e il Coni volta a facilitare l’esercizio del credito a favore degli enti locali, enti pubblici e soggetti di natura privatistica.

LIBRETTO SANITARIO DI IDONEITA’ SPORTIVA

Il Coni ha posto il problema delle visite mediche sportive a pagamento per le attività agonistiche degli under 18. Gli utenti lamentano una distribuzione non omogenea dei centri competenti al rilascio dei certificati sul territorio e di medici pubblici non sufficienti che li obbliga a rivolgersi al privato. La Regione, concordando sulla necessità di offrire a tutto il territorio marchigiano il medesimo servizio, si è impegnata a trovare la soluzione in tempi brevi attraverso una giusta programmazione delle prenotazione e delle visite in collaborazione con le associazioni sportive e punti convenzionati in tutta la regione.

PASSAPORTO EMATOCHIMICO

Sono in via di definizione da parte della Regione gli strumenti operativi relativi ai prelievi e le analisi per dare il via all’iniziativa entro il prossimo settembre.

DEFIBRILLATORI

La legge Balduzzi prevede che negli impianti sportivi vengano installati i defibrillatori (scadenza applicazione normativa gennaio 2016) e ne dispone l’onere a carico delle società sportive. Il Coni chiede un coofinanziamento da parte della Regione sia per l’acquisto dei macchinari che per la formazione degli operatori. L’intenzione è quella di trovare forme di combinazioni miste delle risorse visto che non è possibile finanziare tale acquisto mediante il FSR destinato alla erogazione dei LEA.

Per quanto riguarda la formazione va poi precisato che il personale del 118 è già professionalmente preparato ed abilitato allo svolgimento di corsi di formazione per l’utilizzo dei defibrillatori. Ci sono poi altri soggetti, oltre al personale del 118, abilitati allo svolgimento di tali corsi di formazione, tra i quali anche i medici aderenti alla federazione dei medici dello sport (FMSI) affiliati al CONI.

La Regione Marche con DGR n. 1493/2012 ha stabilito le modalità per l’accreditamento degli enti che possono svolgere tali corsi.

SPORT PER TUTTI - PREVENZIONE

Tutta la popolazione marchigiana dovrebbe fare attività motoria, a partire dalla scuola primaria. Sia il Coni che la Regione ritengono che una costante attività fisica sia un fattore di protezione rispetto ad un rilevante numero di patologie cronico degenerative, aiuti a limitarne l’aggravamento e sia uno dei principali fattori che possono aiutare la così detta “longevità attiva”. Esistono programmi nazionali, concordati tra Governo e Regioni nei “Piani Nazionali della Prevenzione”, che sostengono la promozione dell’attività motoria.

Questi progetti sono stati sviluppati anche nelle Marche a seguito dell’approvazione del Piano Regionale di Prevenzione 2010 – 2013.

A conclusione di questo percorso è stata recentemente approvata la DGR 347/2014 concernente: “Linee di indirizzo per la promozione dell’attività fisica nelle Marche” che Il Presidente ha illustrato in data 16 aprile presso il Palaindoor di Ancona e che costituisce il punto di partenza dei progetti che si svilupperanno nel prossimo Piano Regionale della Prevenzione 2014 – 2018 (il Piano Nazionale potrebbe essere approvato entro un paio di mesi essendo già concordato nei contenuti tra Stato e Regioni quindi i Piani regionali saranno approvati entro la fine del 2014).

Per quanto riguarda l’aspetto finanziario le azioni si svilupperanno nell’ambito di quanto destinato ai LEA per la prevenzione, derivanti quindi dal Fondo Sanitario Regionale corrente, con una quota finalizza per il Piano della Prevenzione.

SPORT E TURISMO

Il Coni e la Regione concordano sul fatto che le attività e gli eventi sportivi sono anche un veicolo di promozione turistica della Regione in grado di contribuire alla crescita e alla creazione di posti di lavoro. Le manifestazioni sportive infatti, come pure le attività dei club e degli atleti di vertice olimpici e paraolimpici, costituiscono importanti momenti attrattivi e favoriscono flussi turistici attivi (persone che si spostano per praticare sport) e passivi (persone che si spostano per assistere agli eventi). Negli ultimi anni sono stati predisposti vari sostegni alle iniziative sportive di particolare interesse.

La Regione valorizza inoltre il turismo sportivo attraverso l’invio di newsletter mensili agli operatori turistici (agenzie viaggi, social network, ecc.).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2014 alle 15:53 sul giornale del 29 maggio 2014 - 1172 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/4Xa





logoEV
logoEV