counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: addio al "maestro" Mario Dubbini, storico farmacista anconetano

2' di lettura
1980

Candela a lutto

E' scomparso alla veneranda età di 92 anni, Mario Dubbini. Ancona da l'addio allo storico farmacista. Un maestro di vita professionale e non solo. A detta di molti una persona "corretta", ma soprattutto amante del mare e della vela.

"Il lutto che colpisce Ancona con la morte di Mario Dubbini, classe 1922, vero maestro di vita e grande professionista nel lavoro, viene ad essere un evento cui Federfarma rende testimonianza con gratitudine e affetto". Così il presidente di Federfarma Ancona, Luigi Galatello, seguito da molte testimonianze, ha voluto ricordare il ruolo e la persona che tanto ha dato per la categoria.

Presidente innovativo e aperto dal 1981 al 1992 di Federfarma, fondatore della SAF nel 1975, insieme all’altro indimenticato protagonista della farmacia anconetana Zecchini, ispiratore e precursore del corporativismo e combattivo assertore dei diritti e del farmacista, a servizio della comunità. Dubbini, che ha dedicato tutta la sua vita al suo lavoro, lascia la sua famiglia e le figlie Milvia e Lucilla.

Provo ammirazione e rispetto - ha dichiarato il dott. Attilio Sciarrillo - ma soprattutto un dolore per aver perso più che un amico e un collega. Ho iniziato a fare il consigliere, poi il segretario e infine sono succeduto a lui come presidente in Federfarma. Mi ha insegnato tutto, dal sindacato alle più importanti problematiche della categoria dei farmacisti, sempre guardando al cittadino. Un vero Maestro per tutti, sempre allegro, simpatico e aperto. Il suo amore per il mare e la vela, lo ha aiutato a vivere a lungo e nel migliore dei modi”.

“Perdo un padre e una guida – ha affermato il dott. Roberto Bartoli un uomo di straordinaria capacità e preparazione, apprezzato e stimato a livello nazionale. Ci mancherà il suo carisma e il suo ottimismo, una forza che spingeva avanti tutti noi farmacisti”.



Candela a lutto

Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2014 alle 15:57 sul giornale del 27 maggio 2014 - 1980 letture