counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: droga nell'aspirapolvere e non solo. Scoperta alle Grazie 'casa' dello spaccio

2' di lettura
1690

droga

Droga nell'aspirapolvere e non solo: scoperta alle Grazie, ad Ancona, casa dello spaccio. Nei guai coppia di giovanissimi, dopo una indagine della Squadra Mobile. Per loro nulla da fare scattano le manette.

Lunedì pomeriggio i Poliziotti dorici hanno messo a segno altri due arresti per droga che si vanno a sommare agli altri arresti dei giorni scorsi. 15 solo nel mese di maggio. Questa volta a finire con le manette ai polsi è stata dapprima una coppia di giovanissimi conviventi. Si tratta di P.F. classe ’89 di origine polacca e V.R classe ’91 di origine italiana, entrambi residenti alle Grazie.

Da tempo la loro abitazione era nel mirino della Mobile per il continuo via vai di giovani. La coppia, infatti, nascondeva un losco e lucroso lavoro, quello dello spaccio ed erano in grado di soddisfare ogni esigenza di mercato. E' così che i poliziotti dell’Antidroga, dopo numerosi appostamenti e pedinamenti durante tutta la settimana scorsa, sono riusciti a completare il puzzle delle abitudini e delle frequentazioni dei giovani conviventi. Scatta il blitz nell'appartamento alle prime ore del pomeriggio di martedì, dove i poliziotti dopo una ricerca certosina sono riusciti a rinvenire tutta la droga nascosta in più punti.

In uno stanzino, adibito a ripostiglio, una scatola metallica rossa con all’interno 8 involucri di cellophane termosaldati che custodiva 30 grammi di cocaina. Nè mancava un bilancino di precisione per preparare le dosi dello stupefacente. Ma la scatola non era la sola. Dentro un’altra scatola metallica, anche questa ben nascosta, in un altro punto è stato rinvenuto un etto di marijuana. Non ultimo droga nell'aspirapolvere, poiu accuratamente smontata dagli agenti dove sono stati trovati un’altra trentina di grammi di marijuana. Nè era finita qui: altro stupefacente rinvenuto anche dentro un portasigarette in metallo nella camera da letto della giovane coppia. Per un totale di 1 etto e mezzo di marijuana e 30 grammi di cocaina.

Scatta il sequestro oltre allo stupefacente anche del numeroso materiale per il confezionamento, un secondo bilancino di precisione. Una conferma conclamata dell'attività di spaccio. Per i due giovani nulla da fare: arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e messi a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica Marco Pucilli per il giudizio secondo il rito direttissimo.



droga

Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2014 alle 18:15 sul giornale del 21 maggio 2014 - 1690 letture