counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Potenza Picena: sequestrato stabilimento balneare abusivo per un milione di euro

2' di lettura
1751

GdF sequestra stabilimento balneare abusivo a Potenza Picena

I militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Ancona ngli scorsi giorni hanno eseguito il sequestro di una struttura turistico-ricettiva di Potenza Picena realizzata abusivamente.

Il sequestro è stato effettuato nell'ambito di una programmata attività di controllo economico del territorio costiero regionale finalizzata ad accertare la legittimità delle opere realizzate su aree del demanio marittimo, la correspensione dei canoni di concessione e della relativa imposta regionale.

In particolare, le Fiamme Gialle, in seguito ad accertamenti e rilievi tecnici, riscontri ed analisi documentali, hanno appurato l'occupazione abusiva di circa 3.000 mq di area demaniale marittima su cui è stato realizzato uno stabilimento balneare. Infatti, i finanzieri hanno riscontrato che il titolare di una società di ristorazione e servizi per la balneazione, nonstante avesse cessato l'attività circa venti anni fa, risultava ancora titolare della concessione demaniale. Pur non avendo i presupposti giuridici, il "titolare" ha ammesso illecitamente un'altra società, producendo false attestazioni, naturalmente senza preventiva autorizzazione da parte del Comune, che è l'ente gestore del bene.

Nell'area demaniale sono state realizzate abusivamente opere di difficile rimozione, come cabine, spogliatoi, ristorante, servizi igienici, gazebi e piattaforme prendisole, che ne hanno, tra l'altro, modificato l'impatto ambientale. Ma tutte le strutture sono state sequestrate, unitamente allo stabilimento balneare, per un valore commerciale di 1.000.000,00 €; inoltre due persone sono state deferite a piede libero al Tribunale di Macerata, per specifiche responasibilità, anche in ordine ai reati di danneggiamento e danno erariale.

I finanzieri del Comparto Navale di Finanza hanno, inoltre, accertato l'evasione di tributi locali (ICI/IMU, TARSU, TARES) per circa 30.000 euro, somma che è stata segnalata all'Ente locale per l'avvio dele azioni dimrecupero. Infine è stata emessa l'ordinanza di demolizione delle opere edili abusive al fine di ripristinare lo stato dei luoghi.

L'operazione è nata non solo con lo scopo di abbattere il fenomeno dell'abusivismo e dellevasione, ma rientra in un oiù ampio programma di tutela e salvaguardia di un territorio di particolare pregio ambientale e paesaggistico, a cui recentemente è stata riconosciuta la Bandiera Blu per la qualità delle acque, delle coste, dei servizi e per i requisiti ambientali di assoluto valore.



... GdF sequestra stabilimento balneare abusivo a Potenza Picena
... GdF sequestra stabilimento balneare abusivo a Potenza Picena
... GdF sequestra stabilimento balneare abusivo a Potenza Picena
... GdF sequestra stabilimento balneare abusivo a Potenza Picena


GdF sequestra stabilimento balneare abusivo a Potenza Picena

Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2014 alle 10:22 sul giornale del 16 maggio 2014 - 1751 letture