counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona: presidio dei sindacati dei pensionati davanti la sede della Regione

2' di lettura
1064

sindacati pensionati

Giovedì mattina si è svolto il presidio organizzato dai sindacati dei pensionati di CGIL CISL E UIL delle Marche davanti alla sede della Regione Marche.

L'iniziativa, che si colloca nell’ambito della campagna nazionale definita da SPI CGIL, FNP CISL e UIL UILP "Non stiamo sereni", è stata promossa per mettere al centro dell’attenzione del Governo e delle Istituzioni locali, a partire dalle Regioni, la questione delle pensionate e dei pensionati, duramente colpiti dalla crisi, ma dimenticati dalle politiche e dagli interventi a sostegno dei redditi più bassi.

Anche l'ultimo intervento del Governo Renzi, il bonus fiscale di 80 € a favore dei salari dei lavoratori dipendenti, iniziativa sicuramente condivisibile e apprezzata dalle OO.SS., ha completamente dimenticato la condizione di milioni di pensionati, che, percependo pensioni al di sotto 1.000 euro, sono oramai relegati nelle fasce di povertà.

Nelle Marche, dove l'indice d'invecchiamento è tra i più alti d'Italia con circa il 23% di ultra sessantacinquenni, la media pensionistica è di 780 € al mese. Al dramma dei redditi bassi, si aggiunge la continua riduzione della spesa per il Welfare e, quindi, per i servizi Socio-Sanitari, che sono indispensabili nella fase della vita con maggiori fragilità e problemi, come quello della non auto sufficienza, che nelle Marche interessa circa 50.000/60.000 cittadini.

La campagna "Non stiamo sereni" prevede nelle Marche una serie di iniziative nelle varie città, supportate dalla raccolta di circa 80.000 cartoline, che, appositamente firmate, verranno consegnate al Presidente del Consiglio, Renzi. Le cartoline contengono i punti essenziali della piattaforma unitaria definita dai sindacati dei pensionati che, oltre il problema delle basse pensioni e della difesa del Welfare, mette al centro la questione dell'equità fiscale, collegata ad una seria lotta all'evasione, come pure la necessità della razionalizzazione della spesa, a partire dai tagli a sprechi e privilegi.
Anche per i pensionati centrale è il lavoro, a partire da quello dei giovani, volano indispensabile per il superamento della crisi e lo sviluppo del paese.

Al termine della manifestazione, una delegazione di SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL Marche è stata ricevuta dall'assessore Lucchetti che, nel condividere i contenuti della manifestazione, ha garantito l'impegno della Regione Marche per quanto riguarda i temi del Welfare e per sostenere la lotta dei pensionati nei confronti del Governo nazionale.


ARGOMENTI

da SPI CGIL, FNP CISL, UILP UIL
     
Pensionati


sindacati pensionati

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2014 alle 18:55 sul giornale del 16 maggio 2014 - 1064 letture