counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Porto Recanati: Napolitano conferisce alla città il titolo onorifico di 'Città di Porto Recanati'

2' di lettura
1571

 Rosalba Ubaldi

Il titolo di città può essere concesso con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell’Interno ai comuni insigni per ricordi, monumenti storici e per l’attuale importanza: è con tale consapevolezza che il Comune di Porto Recanati ha richiesto tale riconoscimento.

Dopo i dibattimenti riguardo alla Bandiera Blu non pervenuta per il Comune di Porto Recanati, con conseguente malumore dei cittadini, l'orgoglio non deve venire meno per la carismatica Porto Recanati insignita da Napolitano del suddetto riconoscimento di Città.

"È con vivo piacere e orgoglio partecipo ai concittadini - pronuncia emozionata Rosalba Ubaldi - che abbiamo avuto in forma ufficiosa, da parte della Prefettura di Macerata, la comunicazione che lo scorso 24 aprile 2013, appena 4 giorni dopo la sua rielezione, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha firmato il Decreto con il quale conferisce alla nostra città il titolo onorifico di Città di Porto Recanati".

Prosegue la Sindaca di Porto Recanati: "Tra quel Regio Decreto del 15 gennaio 1893 (120 anni fa) con il quale Umberto 1°, Re d’Italia, ha costituito e riconosciuto l’autonomia di Porto Recanati da Recanati e il Decreto del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, firmato il 24 aprile2013, con il quale ci viene attribuito il titolo onorifico di Città di Porto Recanati, c’è tutta la nostra storia più recente, la storia di un borgo sulle rive dell’Adriatico che è assunto alla dignità di Città grazie all’impegno, alla solerzia, alle capacità creative ed imprenditoriale dei suoi concittadini che oggi condividono la nostra soddisfazione. Ma c’è anche, tra i due Decreti e le due firme, un pezzo di storia della nostra nazione".

Il riconoscimento che avviene in uno dei momenti più difficili per la nostra Nazione, rappresenta un motivo oltre che di orgoglio, di speranza e di nuovi orizzonti per le generazioni future. E’ anche un impegno che coinvolge tutti i concittadini a rendere sempre migliore questa città che può e deve vivere nuove opportunità per chi ci abita e per chi sceglierà di onorarci come meta di vivace turismo.



Rosalba Ubaldi

Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2014 alle 19:28 sul giornale del 15 maggio 2014 - 1571 letture