counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CULTURA
comunicato stampa

Le Marche al Salone del libro di Torino: il coraggio delle donne apre le presentazioni nello stand della Regione

1' di lettura
839

Il tema delle “donne coraggiose” ha aperto la giornata, nello stand della Regione Marche, al Salone del libro di Torino. Un coraggio che ha contraddistinto “L’impegno culturale e intellettuale delle donne nel Novecento”, come viene riportato nel volume curato da Lidia Pupilli e Emanuela Sansoni, edizioni Aras.

Il libro raccoglie gli atti del Convegno nazionale di studi tenutosi a Macerata nel novembre 2013. Sono ricostruite ruolo e biografie di politiche, femministe, sindacaliste, intellettuali: donne connotate dalla comune dimensione dell’impegno e che hanno “attraversato intensamente il Novecento”. A seguire, la prima opera italiana che tratta la musica dalla prospettiva della filosofia dei linguaggi, con il libro “Note sul suono” di Marcello La Matina, “Le Ossa” editrice.

Da segnalare, inoltre, il libro “I borghi più belli delle Marche” di Gianni Compagnoni, edizioni San Giuseppe. Nel volume, oltre alla descrizione delle peculiarità dei 19 paesi, sono inserite 95 tavole disegnate a china e a mano libera dall’autore. Antonio De Signoribus ha presentato “Segreti e storie popolari delle Marche” e “Fiabe e leggende delle Marche”. I due libri di racconti popolari e fiabe mostrano la ricchezza espressiva di una regione ancora poco conosciuta.

Altre due opere proposte al pubblico del Salone di Torino hanno spaziato dalla sensibilizzazione dei ragazzi per la tutela dell’ambiente, con il racconto illustrato “Tobia, il delfino più veloce del Mediterraneo” di Lina Maggiori edizioni Controvento Fa.Ra, alle tradizioni locali, con il volume “Fiuri de zucca” di Mariella Scattolini, ancora per le edizioni Controvento Fa.Ra. che raccoglie poesie in dialetto settempedano sulla quotidianità delle persone, con uno spunto riflessivo che suscita un sorriso compiacente nel lettore.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2014 alle 17:09 sul giornale del 12 maggio 2014 - 839 letture