counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Porto Recanati: 41enne di Sant'Elpidio aggredito fuori da un locale, migliorano le sue condizioni

1' di lettura
815

ambulanza

Sabato 3 maggio, R.R. di 41 anni è stato pestato mentre usciva da una discoteca di Porto Recanati da un altro cliente del locale.

La vittima stava festeggiando un addio al celibato con un gruppo di amici quando, a tarda notte, decidono di uscire dal locale e l'ultima cosa che ricorda il malcapitato è un amico che gli fornisce il pass di uscita. Poi è cominciata la colluttazione con lo sconosciuto, che gli ha provocato un importante ematoma dovuto al trauma cranico e numerose fratture facciali. Nel tentativo di rincorrere il delinquente, un compagno è scivolato fratturandosi un braccio.

Così entrambi sono stati soccorsi ed accompagnati in ospedale dove il 41enne è stato operato, nella giornata di martedì 6 maggio, per ridurre le fratture riportate. Mercoledì 7 è stata effettuata una nuova Tac da cui si evince che l'ematoma si è ridotto. Le sue condizioni fanno ben sperare e sono in generale miglioramento.

L'aggressore, che era stato espulso dai buttafuori, deve aver scagliato la sua furia su chi gli capitasse a tiro, poi è fuggito a bordo di una Audi TT bianca in gran velocità. Al momento sono ancora in corso le indagini per rintracciare l'aggressore fuggito.

La vittima, un uomo sposato di Sant'Elpidio e padre di una bambina di 6 anni. non ricorda nulla della colluttazione fulminea. Tuttavia i compagni che erano con lui hanno contribuito alle indagini per rinvenire il delinquente, tanto che uno di loro ha anche memorizzato le prime lettere della targa dell'Audi.

Rimane lo sconcerto dovuto alla furia usata dall'aggressore sul malcapitato, che, informano gli amici, non aveva fatto nulla per poterlo infastidire.



ambulanza

Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2014 alle 11:16 sul giornale del 08 maggio 2014 - 815 letture