counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Fabriano, Indesit: Aristide Merloni indeciso su partnership; esaminati dal CdA dati primo trimestre

2' di lettura
895

indesit

Aristide Merloni si dichiara ancora indeciso circa la possibilità o meno di legarsi ad un partner per il gruppo Indesit. Oggi (7 maggio) a Fabriano CdA per esaminare i dati del primo trimestre del 2014: soddisfazione dell'amministratore delegato e presidente Milani.

E' ancora tutto da vedere per Aristide Merloni, azionista della holding di famiglia Fineldo e tutore del padre Vittorio, che ha dichiarato: "Può anche essere che decidiamo di andare avanti stand alone". Dopo l'incontro tra il Presidente della Regione Gian Mario Spacca e Marc Bitzer, presidente di Whirpool, che lasciava intravedere buone speranze per una possibile partnership tra i due gruppi, con quest'ultima dichiarazione di Aristide non c'è ancora nessuna certezza.

Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi oggi, mercoledì 7 maggio, a Fabriano, sotto la Presidenza di Marco Milani, ha inoltre esaminato i dati del primo trimestre 2014 ed ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione.

In questo primo trimestre i ricavi del Gruppo sono stati pari a 560,1 milioni di euro con una diminuzione del 6,6% rispetto al primo trimestre 2013, ascrivibile ad una riduzione dei volumi di vendita particolarmente significativa in Russia, mentre l’indebitamento finanziario netto è pari a 499,3 milioni di euro, contro i 505,7 dello scorso anno.

Complessivamente la perdita netta del Gruppo del primo trimestre 2014 è stata pari a 6,2 milioni di euro (utile 4,1 milioni di euro).

Marco Milani, a.d. di Indesit Company, ha dichiarato: “I risultati del primo trimestre attestano l’efficacia delle azioni finalizzate a preservare la redditività del gruppo. Il rafforzamento dell’euro rispetto alle valute di paesi importanti per il gruppo come la Russia, la Turchia e l’Ucraina ha penalizzato fatturato e margini".

"Nonostante questo, la costante attenzione alla riduzione del costo del prodotto e le azioni sul miglioramento del prezzo e del mix di vendita, dovuto a nuovi prodotti di elevate prestazioni ed efficienza, hanno consentito di aumentare la redditività in tutte le aree commerciali in cui opera l’azienda ad eccezione della Russia, penalizzata dal cambio. Segnali incoraggianti per il resto dell’anno arrivano dalle indicazioni della domanda di mercato soprattutto in paesi dell’Europa Occidentale come l’Italia, che confermano le attese di un 2014 in leggero miglioramento rispetto all’anno precedente”, ha concluso Marco Milani.

Infine l'assemblea degli azionisti ha approvato definitivamente la trasformazione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie. In tale occasione è stato anche approvato il bilancio d’esercizio 2013 e nominato anche il nuovo Collegio Sindacale per i prossimi tre anni. Nominato Presidente Graziano Visentin, Francesco di Carlo e Rosalba Casiraghi sono stati nominati Sindaci effettivi, infine Paolo Monferino nominato consigliere di amministrazione in sostituzione di Sergio Erede che aveva presentato le proprie dimissioni. Approvata anche la distribuzione di un dividendo di 0,045 euro per azione di risparmio.



indesit

Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2014 alle 15:26 sul giornale del 08 maggio 2014 - 895 letture